Un impianto per affinare le acque reflue

“L'impianto è stato voluto e realizzato da quest'amministrazione – ha commentato il primo cittadino gallipolino -con un impegno finanziario superiore ai tre mílioni di euro”

Una svolta decisiva per il destino dell'impianto di affinamento delle acque reflue. È quanto si è registrato al termine dell'incontro svoltosi presso l'assessorato regionale ai “Lavori pubblici”, alla presenza del titolare Fabiano Amati, Giuseppe Venneri, Giuseppe Barba e Giuseppe Cataldi. Presenti all'incontro anche altri amministratori dei comuni interessati dal depuratore consortile (Alezío, Tuglie e Sannicola) ed una rappresentanza del governo provinciale. “Nella riunione – ha commentato l'assessore Barba – che abbiamo sollecitato da Gallipoli e che poi è stata richiesta anche dagli altri comuni interessati, Amati ha sostenuto come la regione sia pronta a far partire l'impianto di affinamento e che, addirittura, nel programma regionale diario dei quattro impianti, quello di Gallipoli ha la priorità assoluta. Sono parole che registriamo con viva soddisfazione, visto che l'amministrazione comunale si è molto spesa negli anni per realizzare e far avviare l'impianto”. Per Barba le parole di Amati assumono ancor più importanza perché stanno cercando di rimuovere diversi ostacoli che potrebbero rendere difficoltoso l'avvio dell'impianto. “La Regione – ha continuato l'assessore gallipolino – ha anche manifestato la possibilità di cedere a costo zero l'acqua per i fruitori finali, vale a dire gli agricoltori, perché ritiene prioritario evitare che la falda continui ad essere stressata. Gallipoli, poi, grazie all'impegno dell'amministrazione, ha già provveduto ad allacciare le reti per gli usi irrigui e quindi si trova un passo avanti in un discorso molto importante a livello ambientale. La riunione ha dunque avuto risvolti assai positivi e si spera che quanto prima, come promesso in Regione, si possa passare alla fase operativa”. Di uguale tono è il commento del sindaco Giuseppe Venneri – il quale, nel pomeriggio, di ritorno da Bari ha svolto un sopralluogo presso l'impianto consortile (alla presenza del presidente della Provincia, Antonio Gabellone e dei tecnici dell'Aqp) – che registra con viva soddisfazione l'esito della riunione a Bari. “L'impianto è stato voluto e realizzato da quest'amministrazione – ha detto il primo cittadino – con un impegno finanziario superiore ai tre milioni di euro, garantito dall'allora presidente Raffaele Fitto, per dare risposte precise e concrete a livello ambientale, anche e soprattutto nella lotta agli sprechi idrici. Per questo, ovviamente, non può che farci piacere l'esito dell'incontro regionale, che va a soddisfare l'esigenza di una realtà, quale quella del nostro comprensorio, ad altissima densità turistica”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!