Morte nel sottopasso. Due indagati

I carabinieri hanno concluso gli accertamenti. Nel mirino chi avrebbe dovuto disporre misure di sicurezza nella zona

Il reato ipotizzato è quello di omicidio colposo. Ed ora nel registro degli indagati per la morte dell’avvocato Carlo Andrea De Pace nel sottopasso leccese allagato durante il nubifragio di alcuni giorni fa, ci sarebbero anche due nomi. Ai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Lecce il sostituto procuratore Paola Guglielmi aveva chiesto di identificare, nell’ambito degli uffici comunali, i soggetti che avrebbero dovuto garantire le misure di sicurezza per evitare il transito in quella zona della città. Dalle indagini dei militari è emerso che non era stato adottato alcun provvedimento urgente per evitare la circolazione dei veicoli. Non trovando impedimenti al passaggio, De Pace imboccò dunque il sottopasso finendo intrappolato nell’acqua.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati