Una fiaccolata per il popolo iraniano

Una manifestazione di solidarietà per il popolo iraniano si terrà oggi a Lecce alle ore 19.30 partendo da porta Napoli

Nasce spontaneo il desiderio da parte di Hossein Arbabi di realizzare una fiaccolata che possa permettergli di sentirsi più vicino al suo popolo, all'Iran. Desiderio condiviso dal popolo salentino. Spontaneamente si è sorto un comitato organizzativo e per la divulgazione dell’evento. L'appello è stato rivolto attraverso “il Corsivo” e subito creando l'evento in facebook dove si nota già numerosa l’adesione di amici. Viene chiesto di aderire procurandosi da sé tutto ciò che possa dare un po' di luce, una candela, una torcia o qualcosa di verde. Alla fiaccolata prenderanno parte le autorità cittadine, associazioni e giornalisti provenienti anche da altre testate giornalistiche. L'arrivo sarà in piazza Sant'Oronzo e vedrà lo svolgersi di momenti di raccoglimento con artisti che si alterneranno sul palco. Oltre a coloro che hanno contribuito all’organizzazione, a i partecipanti e a chi in quel momento dedicheranno un pensiero, una preghiera al popolo iraniano ringraziamo anche coloro che hanno sostenuto l’iniziativa come il Comune di Lecce, Officina Creativa, Donne del Sud, Paolo Montinaro e tutti quelli che nel passare delle ore stanno mettendo a disposizione strutture e materiali necessari ad una buona riuscita.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment