Smart contro camion. Muore a 25 anni

Ha probabilmente perso il controllo dell'auto in prossimità di una curva andando a schiantarsi contro un autocarro. Tragica fine sulla Melendugno-Vernole

Quando le due ambulanze del 118 sono giunte sul luogo dell’incidente, la strada provinciale Melendugno-Vernole, per Francesco Calò, 25 anni, agente pubblicitario di Lecce, non vi era a da fare. Lo schianto tra la sua piccola Smart grigia e l’autocarro guidato da Alvaro Petrachi, 30 anni, originario di Melendugno ma residente a Vernole, non gli ha lasciato scampo. E’ accaduto tutto in pochi istanti, alle 14.30 circa di ieri. I sanitari ne hanno constato il decesso ed hanno intanto soccorso il conducente del camion, un Renault B80 bianco, che ha riportato solo ferite lievi ed è stato condotto presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce per accertamenti. Subito dopo la segnalazione, sulla strada provinciale sono arrivati anche alcune pattuglie del Corpo di polizia municipale di Melendugno che hanno effettuato i rilievi e che si occuperanno di definire l’esatta dinamica dell’incidente, ed i carabinieri della stazione di Vernole. Dai dati raccolti finora sembrerebbe che il 25enne abbia perso il controllo della Smart in prossimità di una curva e che si finito addosso al camion. La sua auto potrebbe essersi ribaltata più volte per poi terminare la corsa in una campagna vicina. Il ragazzo è stato sbalzato fuori dall’abitacolo e, dopo un volto di alcuni metri, è finito sull’asfalto. Morendo sul colpo.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment