Acaya. Le macchine di Leonardo da Vinci

Oggi a Palazzo Adorno la presentazione della mostra sulle riproduzioni tratte dai disegni e dai progetti del maestro

“Le macchine di Leonardo da Vinci nelle sale di Gian Giacomo dell'Acaya”, è questo il tema della mostra che sarà presentata oggi alle ore 12, nella sala conferenze stampa di Palazzo Adorno. L’esposizione, che sarà inaugurata sabato 11 luglio, nelle sale del Castello di Acaya e terminerà sabato 31 ottobre, è nata da una proposta dell'associazione Creattivamens di Galatone, accolta dall’assessorato alla Cultura della Provincia di Lecce, dall'Istituto di Culture Mediterranee e dall'Azienda di Promozione Turistica di Lecce. La collezione, opera dell’artista salentino Giuseppe Manisco, è composta da più di quaranta fedeli riproduzioni tratte dai disegni e dai progetti di Leonardo da Vinci. Alla conferenza saranno presenti l’assessore alla Cultura della Provincia di Lecce, Aurelio Gianfreda, il direttore dell’Istituto Culture Mediterranee della Provincia di Lecce, Luigi De Luca, il direttore del Museo Provinciale “Sigismondo Castromediano” Antonio Cassiano, l’assessore alla Cultura del Comune di Vernole Marcello Corsano, la Commissaria dell’Apt di Lecce Stefania Mandurino, l’artista Giuseppe Manisco e il presidente dell’associazione Creattivamens Jenny Manisco.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment