Né con l'uno né con l'altro

La decisione delle liste a sostegno di Francesca Fersino di non schierarsi ha lasciato di stucco i vertici della coalizione di centro-destra

La decisione delle liste a sostegno di Francesca Fersino di non schierarsi in occasione del ballottaggio ha lasciato di stucco i vertici della coalizione di centro-destra. Non se l’aspettavano. Il solo fatto che Raffaele Fitto, ministro per gli Affari Regionali, avesse convocato a Maglie, sabato scorso, l’ex coordinatrice di Forza Italia era per loro garanzia assoluta che l’accordo sarebbe stato siglato a breve. Erano talmente convinti che una delegazione del PdL, con in testa lo stesso Claudio Casciaro, ha atteso vanamente fino all’ultimo secondo quella della Fersino. Invece, così non è stato ed è iniziata la controffensiva del Popolo della Libertà, “condita da una buona dose di veleno” commentano dal comitato della bancaria. Il fuoco alle polveri è stato dato da un comunicato stampa del dissidente Cosimo Roberto, candidato della lista “Liberacittà”, che ha disapprovato “l’operato antidemocratico tenuto dalla signora Fersino”, rea di aver “rifiutato dispoticamente l’apparentamento con il candidato del centro-destra”. I delegati delle tre liste della bancaria – “Fersino per Casarano”, “Uniti per Casarano” e “Liberacittà” – hanno risposto con un altro comunicato stampa tendente a fare chiarezza verso i propri sostenitori-elettori ed a chiudere le polemiche tra i due schieramenti. “Non è servito l’incontro con il ministro Fitto, tantomeno la comoda visibilità provinciale offerta per l’ennesima volta alla signora Fersino, a farci cambiare idea sul nostro progetto politico per Casarano – scrivono i delegati –. Non abbiamo accettato prima, né tantomeno oggi, decisioni provenienti dall’esterno del sentire della città, non ci può dispiacere dunque lasciare vane promesse a chi vive il suo ruolo politico per il riscatto di interessi personali. Scegliere l’equidistanza e l’essere alternativi agli altri schieramenti è una decisione che i nostri 3.076 elettori hanno già suggerito come indirizzo alla nostra scelta di non accettare alcun apparentamento. La nostra posizione – precisa la nota – continuerà ad orbitare sui principi ideologici del centro destra senza mai sovrapporsi al bene della nostra comunità. Il sistema democratico, che noi rispettiamo, ci ha già affidato il ruolo di minoranza all’interno del Consiglio comunale, non temiamo tuttavia che la nostra azione politica possa emergere per la coerenza che rispecchia e per l’innovazione che porterà. Con riferimento al comunicato stampa a firma del Sig. Cosimo Roberto – conclude la nota – candidato della lista ‘Liberacittà’, i delegati delle liste rammentano allo stesso che il lasciare libertà al gruppo ed agli elettori è stato il segno di democrazia, e la scelta di coerenza che la città ha già premiato. Detto ciò, i delegati ringraziano la sig.ra Fersino per aver accettato la nostra decisione rinunciando a offerte conseguenti ad un eventuale apparentamento”. E’ ripresa, intanto, la campagna elettorale. Ieri, in piazzetta Dante, Adriana Poli Bortone, fondatrice del movimento “Io Sud”, ha incontrato i cittadini per sostenere la candidatura alla carica di sindaco di Ivan De Masi. Stasera, ore 21, in piazza S. Giovanni, si terrà il comizio dell’altro competitore del ballottaggio, Claudio Casciaro.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!