E’ lei la star del web

Al ballottaggio Francesca Fersino non appoggerà nè l'uno nè l'altro candidato. E sui portali di informazione fioccano i commenti sulla sua scelta

I sostenitori e gli oppositori di Francesca Fersino si sono scatenati sul web per commentare la decisione della bancaria di non apparentarsi con nessuno in vista del ballottaggio. Facebook e i siti locali (“Il Tacco d’Italia”, “Tuttocasarano” e “Lanuovacasarano” in particolare) sono stati “visitati” da numerosi cittadini vogliosi di dire la propria sull’argomento. Inutile dire che la maggior parte delle opinioni espresse sono a favore della Fersino e della sua “coerente” decisione. E’ proprio la coerenza il valore che più viene sottolineato dai suoi sostenitori. “Signora Fersino, semplicemente grazie. Da Lei è arrivata una lezione di stile a tutti i politicanti e presunti tali, una lezione che dubito che verrà appresa. I valori della coerenza, della libertà, dell'onestà intellettuale o si hanno o non si hanno. Lei, signora Fersino, ha dimostrato ancora una volta di averli”, ha scritto Flavio sul sito del “Tacco”. “Ancora una volta non hai deluso i tuoi elettori – scrive Maura De Matteis su Facebook – hai scelto di non schierarti con nessuno ed era l'unica cosa giusta da fare”. Sul Tacco web Maria si limita a gridare “Viva la coerenza!”, mentre un anonimo che si firma “un tuo ex elettore” commenta acido: “Cara Fersino, sei stata una delusione”. Non sono mancate vere e proprie analisi politiche su tutto il caso. C’è chi pensa, come Marcello Romano su “Tuttocasarano”, che la Fersino si debba alleare con Ivan De Masi per spazzare via la vecchia classe politica e chi risponde direttamente al ministro Raffaele Fitto e a quanti hanno creduto di recuperarla nel PdL. “Oggi cosa si aspettavano da chi è stata cacciata? – chiede Paolo su “Lanuovacasarano” – una persona non può essere usata a proprio piacimento”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment