Il capitale umano come investimento

La VII Giornata della formazione manageriale ASFOR si terrà il 18 giugno a Roma, presso la LUISS Business School

Per la settima volta ASFOR organizza l’incontro annuale sullo stato dell’arte in tema di formazione manageriale. Il percorso iniziato nel 2002 ha sviluppato le problematiche della competitività, dell’innovazione, dello sviluppo e della globalizzazione. Un interesse crescente ha coinvolto sempre di più esperti, manager, ricercatori, accademici e opinion maker con sensibilità e professionalità differenti a fare il punto di rotta sul tema della managerialità. Anche la settima edizione si propone un obiettivo particolare. La crisi ha portato a riflettere su molti fattori sociali ed economici, in particolare quelli della finanza e della sua connessione con l’economia reale, ma fino ad oggi è stato dato poco rilievo forse all’aspetto più importante della produzione e riproduzione sociale: l’uomo e la sua capacità di governare la crisi e il cambiamento. Sul fronte della formazione manageriale emergono queste domande: – Siamo alla vigilia di una nuova stagione manageriale? – La formazione manageriale può essere una leva per la ripresa economica? E nel caso lo sia, sarà necessario costruire una nuova cultura manageriale? Quale sarà lo scenario delle alleanze tra gli attori della formazione? – A quali funzioni all’interno dello Human Resources Management sarà dato il compito di generare valore in questa fase difficile dell’economia? È questo un problema che riguarda solo l’economia? L’incontro di studio sarà anche l’occasione per conferire il “Premio ASFOR alla Carriera” a Guido Bertolaso e a Pier Francesco Guarguaglini.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Leave a Comment