Gli ospiti di Ivan

A sostenere Ivan De Masi alla corsa alla carica di sindaco di Casarano sono arrivati ieri in città Loredana Capone, Francesco Boccia ed Enrico Letta. Guarda i video

Sono stati Enrico Letta e Francesco Boccia i primi ad incoraggiarlo quando stava meditando di scendere in campo e candidarsi alla carica di sindaco di Casarano. Così Ivan De Masi li ha invitati, ieri, a sostenere il suo impegno in prima persona. Con loro, Loredana Capone, candidata anche lei, ma alla carica di presidente della Provincia. In un comitato elettorale pieno di gente; in un appuntamento a rischio pioggia che sarebbe anche potuto saltare. Invece, emergenza maltempo rientrata e serata perfettamente riuscita. “Siamo due quarantenni – ha detto Capone – e già solo per questo rappresentiamo il rinnovamento. E poi abbiamo tanta voglia di fare”. Con un Ivan De Masi inizialmente emozionato ma ormai perfettamente a proprio agio nelle vesti di candidato e di possibile (almeno quanto gli altri tre) sindaco della città. Gli inviti da parte dei relatori agli elettori: guardare ai programmi; diffidare di chi fa promesse che non può mantenere; cercare anzi pretendere risposte ai problemi relativi all’occupazione e al sociale; non accontentarsi di una politica che è narrazione e non realtà. E poi Letta, deputato del Pd. “Seguite il vostro cuore – ha chiesto ai presenti – quando andrete a votare; chiedetevi come vorreste il nuovo sindaco e il nuovo presidente della Provincia e rispondetevi. Fidatevi di chi fa campagna elettorale con i fatti e non solo con le parole. Perché dalla crisi – ha concluso – si può uscire, anche più forti di prima. Ma per farlo serve un Sud che sappia ripartire”. Abbiamo chiesto a Loredana Capone ed Enrico Letta un motivo per votare Ivan De Masi. Ecco che cosa ci hanno risposto.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!