Effetto radiolina

Una vittoria storica, una sconfitta personale per Mario Cavaradossi

Il teatro d’opera denuda anime su quattro assi di palcoscenico. Si attarda su arie, acuti, ritornelli, daccapo e non resta più tanto tempo allo sviluppo dell’azione. Nei drammi in costume, poi, le informazioni circa lo sfondo storico, ora più ora meno necessarie, comunque imprescindibili, arrivano necessariamente di straforo, da dietro le quinte, come trasmesse da un servo di scena, un suggeritore, uno spettatore informato. Quasi orecchiate alla radio. “Tosca”, andata in scena nel 1900, è ambientata a Roma cent’anni prima. Ci sono le guerre napoleoniche e il protagonista, Cavaradossi, è un bonapartista, un liberale, un volterriano, insomma un comunista, ma cerca di passare inosservato. Mentre è in corso la battaglia di Marengo, lui viene arrestato e messo sotto torchio dallo sbirro Scarpia. Giunge la notizia che Napoleone ha sconfitto gli austriaci e quello scatta in piedi cantando “ Vittoria! Vittoria!”. È una presa di posizione vibrante come il la diesis sulla ‘o’ di vittoria, ma in tempi post-ideologici prevale l’effetto radiolina. Dicono a ragione gli esperti che Puccini fu precursore di molti temi e stilemi della nascente società dello spettacolo novecentesca, dal cinema al musical. Con questa pagina inventò “Tutto il calcio minuto per minuto”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!