Discariche abusive. Il Comune che fa?

L'interrogazione del partito dei Comunisti italiani di Ugento in seguito al sequestro a Torre San Giovanni di un'area di 23mila metri quadrati adibita a discarica abusiva

Che cosa ha in programma di fare il Comune di Ugento per contrastare il fenomeno delle discariche abusive e per sanare i siti già interessati dall’emergenza ambientale? Lo ha chiesto Angelo Minenna, consigliere comunale del Partito dei Comunisti italiani, in una interrogazione da illustrarsi nel prossimo Consiglio utile. Riportiamo di seguito il testo integrale dell’interrogazione. Partito dei Comunisti Italiani Sezione di Ugento Il Consigliere Comunale Alla cortese attenzione dell’Assessore all’Ambiente del Comune di Ugento avv. Massimo LECCI e p.c. alla cortese attenzione del Presidente del Consiglio Comunale di Ugento sign. Biagio MARCHESE LORO SEDI Oggetto: interrogazione a risposta immediata, da illustrarsi nella prossima seduta utile del Consiglio Comunale. Ugento, lì 23 apr. 09 Egregi Signori, per sapere, premesso che: – Apprendo, dalla stampa locale, alla data in cui scrivo di un maxi sequestro della Guardia di Finanza di Casarano di una mega discarica abusiva, posta ai margini dell’abitato di Torre San Giovanni. – Tale discarica, dell’ampiezza di oltre 23.000 mq, è essenzialmente composta da materiale di risulta e scarti di lavorazione edile proveniente, pare, da alcuni cantieri posti in zona. – Le vigenti disposizioni in materia ambientale obbligano i titolari e le ditte edili a smaltire detto materiale in apposite discariche controllate, e non a depositarle presso altri terreni in attesa di essere poi trasportati presso le stesse, o, peggio ancora, ad abbandonare il tutto in maniera indiscriminata nelle campagne o nelle periferie del nostro territorio. Considerato che: – Come spesso sottolineato più e più volte dal sottoscritto e da esponenti politici della Federazione giovanile Comunisti Italiani (FgCI), l’organizzazione giovanile del partito in cui milito, Ugento ed il suo territorio non sono immuni da altri, anzi da peggiori, fenomeni di questo tipo – Sarebbe urgente, alla luce dei numerosi censimenti, monitoraggi e sequestri, effettuati dalle diverse Autorità (Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Provinciale e Polizia Municipale), un piano straordinario di bonifica e ripristino ambientale dei siti e dei terreni degradati da fenomeni illeciti di scarico abusivo di rifiuti e quant’altro. Tutto quanto sopra premesso e considerato, CHIEDO alla S.V. di relazionare in merito al sequestro di questa discarica abusiva presente nella frazione di Torre San Giovanni sopra riportata; di conoscere quali misure, dal punto di vista pratico ed operativo, intende approntare la Giunta Comunale per la prevenzione e il contrasto dei suddetti danni ambientali al nostro territorio e, altresì, se non si ritiene ormai urgente ed improrogabile un vasto piano di ripristino e di messa in sicurezza dei siti già fortemente compromessi, in modo da affrontare in maniera seria la questione ambientale che attanaglia, da decenni, Ugento, Gemini, Torre San Giovanni e le marine. Angelo Minenna partito dei Comunisti italiani Ugento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!