Primarie di coalizione: i candidati aspettano l'ultimo minuto

Sinistra Unita per Casarano attacca sul Patto Fondativo

Fino a ieri sera nessuna richiesta formale di partecipazione alle primarie del centro-sinistra era giunta nella sede del Partito Democratico. Gli interessati hanno tempo fino a stasera alle ore 19. Intanto, Sinistra Unita per Casarano fa notare ai cittadini che nell’accordo tra i partiti per lo svolgimento delle primarie vi sarebbe stata di fatto una rottura del “Patto Fondativo del CentroSinistra” della Provincia di Lecce.

CASARANO – Ancora nessuna iscrizione. Fino a ieri sera nessuna richiesta formale di partecipazione alle primarie del centro-sinistra era giunta nella sede del Partito Democratico. E’ facile intuire che gli eventuali contendenti stiano aspettando l’ultimo momento. Il termine per iscrivere un candidato alle primarie di coalizione è fissato per stasera, alle ore 19. E’ questo uno dei termini più importanti dell’accordo siglato l’altro ieri tra Pd, Verdi, Partito Socialista, Italia dei Valori e Udc. Gli elettori della coalizione di centro-sinistra saranno chiamati alle urne il prossimo 19 aprile. Intanto, scoppia una polemica sul Patto fondativo siglato dalle forze politiche del centro sinistra a livello provinciale. E’ “Sinistra Unita per Casarano” che con un comunicato stampa fa notare ai cittadini di Casarano che nell’accordo tra i partiti per lo svolgimento delle primarie vi sarebbe stata di fatto una rottura del “Patto Fondativo del CentroSinistra”. «Nell’accordo firmato da IdV, PS, (partiti su Casarano “inventati” ad hoc) PD, Verdi, UDC – rivela il comunicato stampa – si fa genericamente riferimento al centro sinistra senza specifico patto di lealtà alla candidata presidente Loredana Capone. Questo è l’ultimo atto di una gestione scellerata del centrosinistra casaranese». «Potremmo ritrovarci – osserva la nota – con un candidato sindaco che fa per Casarano campagna elettorale per questo presunto centro sinistra (che di sinistra non ha a), mentre per la provincia, tradendo il Patto Fondativi, sponsorizza un candidato di un altro schieramento (magari di centro-destra quale il terzo polo della “news” Adriana Poli Bortone). Il Partito Democratico si è piegato alle pressioni dei partiti di centro, stralciando quella “clausola” di fedeltà dal regolamento delle primarie di coalizione del centro-sinistra. E’ arrivato il momento – prosegue ancora la nota – che le persone che credono in una sinistra nuova e di popolo s’indignino e non si abbassino più a queste strategie utili solo al raggiungimento del potere dei soliti noti». «Ci poniamo nei panni di coloro che spinti da buoni propositi, alle ultime politiche sono stati ammaliati dal cosiddetto “voto utile”. Questa volta la richiesta di voto utile la facciamo noi – conclude la Sinistra – il voto dev’essere utile a mandarli tutti via. Noi della Sinistra Unita per Casarano ci adopereremo per restituire alla nostra città quella coerenza e quella dignità che interessi di parte e giochi di potere hanno calpestato e offeso».

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati