Siglato l'accordo per le primarie. Si vota il 19 aprile.

Tempo fino a domani alle 19 per presentare le candidature

Trovato l'accordo per le primarie di coalizione, promosse da Partito Democratico, Verdi, Partito Socialista, Italia dei Valori e Udc. I centristi della Rosa Bianca non hanno firmato l'accordo e si riservano di appoggiare il candidato che uscirà vincitore dalle primarie. Gli interessati hanno tempo fino a domani sera (ore 19) per presentare richiesta formale di partecipazione. Le consultazioni si svolgeranno domenica 19 aprile.

CASARANO – Trovato l’accordo per lo svolgimento delle primarie della coalizione di centro-sinistra. Ieri sera, al termine della riunione, è stato approvato il regolamento per lo svolgimento delle consultazioni che si terranno il 19 aprile. I candidati che vorranno partecipare alle primarie dovranno presentare istanza e sottoscrivere le regole entro le ore 19 di domani. Non si sa ancora dove si svolgeranno le primarie; sarà prerogativa di un apposito comitato decidere la sede (si ipotizza l’Auditorium comunale). Le forze politiche che hanno promosso le primarie sono: Partito Democratico, Verdi, Partito Socialista, Italia dei Valori e Udc; la Rosa Bianca, pur partecipando al tavolo delle trattative, si è riservata di appoggiare il candidato che uscirà vincitore dalle primarie. Intanto, l’ala più radicale della coalizione di centro-sinistra, come era nelle previsioni, ha deciso di staccarsi e di correre da sola. E’ nata, infatti, “Sinistra unita per Casarano” e parteciperà alle elezioni amministrative del 6 e 7 giugno con un proprio candidato sindaco. Comunisti Italiani, Rifondazione Comunista, Movimento per la Sinistra e un gruppo di persone della cosiddetta “società civile” ha costituito l’altra sera un coordinamento con l’obiettivo di lanciare un’idea politica alternativa, quella della gestione dei “mille sindaci”. Il candidato alla carica di sindaco non è stato ancora ufficializzato, ma dovrebbe essere l’ex assessore ai Servizi Sociali, Enrico Fattizzo. «Visto che ad oggi – recita un comunicato stampa – nessuna delle soluzioni potenziali di unità del centro-sinistra è praticabile, e visto che, al tavolo ufficiale di confronto, le uniche argomentazioni fin ora all’ordine del giorno sono stati i nomi, e non i programmi, il suddetto coordinamento ha deciso di rilanciare con forza un’idea alternativa a questo modo di fare. Tutto questo è lontano da ciò che i cittadini e le cittadine casaranesi vorrebbero per la nostra città». «Sta per iniziare una delle crisi economica senza precedenti – prosegue la nota – ieri in Francia sono stati sequestrati manager di importantissime aziende, da lavoratori che stanno per perdere il posto di lavoro; mentre vi scriviamo a Londra vi sono centinaia di migliaia di cittadini che protestano contro i grandi del mondo, ed a nostro modo di vedere, purtroppo, gli effetti più gravi di questa crisi, nel vecchio continente, devono ancora palesarsi. Molti (diciamo tutti) stanno rincorrendo la poltrona di sindaco per chiari interessi personali, e nessuno è in grado, ad oggi, di esprimere idee concrete per il nostro paese». «Le previsioni parlano di tempesta, e tutti questi si dirigono in spiaggia per costruire i propri castelli di sabbia. E’ arrivato il momento che bisogna dire la verità – sottolinea la Sinistra – la crisi è grave ed insieme bisogna trovare soluzioni. La sinistra di questa città ha un’idea chiara, essere equi e solidali nella gestione della cosa comune con l’idea che il territorio è da preservare, e che una corretta riqualificazione, porta quello sviluppo di cui la città ha urgente bisogno. Per questo motivo – conclude la nota – proponiamo un “contenitore” unitario dove queste istanze possano essere rappresentate. Ci apriamo alla società civile, e l’intera lista fa propria l’idea, rilanciandola, della gestione dei “mille sindaci”».

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Info sull'autore

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati