Ristoratori italiani. Dagli Usa in Puglia

Domani l'incontro a Palazzo dei Celestini

“Annual trip to Italy”, l'annuale visita della delagazione di ristoratori italiani in Usa, quest'anno si terrà in Puglia. Ad accogliere gli ospiti d’oltreoceano Giovanni Pellegrino, Cosimo Durante, Adriana Poli Bortone, Giuseppe Ferro e Maurizio Mazzeo

Sarà la Puglia ad ospitare quest’anno una delegazione del Gruppo ristoratori italiani (Gri) Usa, associazione che raggruppa oltre 400 ristoranti di matrice e tradizione italiana, situati in tutti gli Stati Uniti, da New York a Miami e San Francisco. L’evento rientra nel tradizionale “Annual trip to Italy”, quando ogni anno i responsabili del Gruppo ristoratori italiani, di concerto con la Dentsu Communication, scelgono una regione in Italia che possa offrire nuove ed interessanti opportunità sia sotto il profilo della produzione alimentare tipica, di qualità alta, sia sotto il profilo turistico che di percorsi eno-gastronomici. Nella mattinata di domani gli ospiti d’oltreoceano saranno accolti da Giovanni Pellegrino, presidente della Provincia di Lecce, Cosimo Durante, assessore provinciale alle Attività Produttive, Adriana Poli Bortone, vicesindaca di Lecce, Giuseppe Ferro, direttore dell’area Politiche per lo Sviluppo rurale della Regione Puglia, e Maurizio Mazzeo, dirigente dell’Ufficio Unico Pit 8. L’incontro a Palazzo dei Celestini rappresenta la prima tappa di una fitta agenda di appuntamenti, che vedrà protagonisti gli ospiti americani che, per tre giorni, verranno accompagnati a conoscere tutti gli itinerari più suggestivi che il territorio salentino può offrire. La scelta di offrire questa opportunità alla Puglia, ed al Salento in particolare, è il frutto dei buoni rapporti che si sono stabiliti in occasione della missione del Pit 8, effettuata lo scorso mese di giugno negli Usa. La missione in Puglia della delegazione del Gruppo ristoratori italiani offre alla Provincia e alla città di Lecce l’opportunità di presentare, ad una platea composta da ristoratori fra i più importanti degli Usa ed a giornalisti specializzati, il proprio territorio, i prodotti tipici e la propria cultura enogastronomica.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!