Cinesalento. Un'Arte nascosta da finale

Il documentario scritto e diretto da Alfredo De Giuseppe è in finale al London International Documentary Festival

Il documentario distribuito dall' Associazione Culturale CineSalento, scritto e diretto da Alfredo De Giuseppe è in concorso al London International Documentary Festival (LIDF). L'Arte Nascosta è tra i sette finalisti per il premio al miglior documentario

Il festival London International Documentary si svolge a Londra dal 28 Marzo al 4 Aprile 2009, ed è il più importante in Inghilterra dedicato al genere Documentario, presentato in collaborazione con il British Museum. L'Arte Nascosta, il documentario distribuito dall' Associazione Culturale CineSalento, scritto e diretto da Alfredo De Giuseppe, è tra i sette finalisti per il premio al miglior documentario. Una parte del Salento a Londra quindi, dove saremo presenti per sostenere il documentario e per promuovere il Salento e il Salento International Film Festival. Il Documetario è una produzione completamente indipendente che si avvale delle maestranze locali: montaggio di Andrea Facchini, fotografia di Diego Silvestri e muciche di Giacomo Merchich. Ambientato nel salento, racconta la giornata di quattro personaggi, che pur avendo una normale (e a volte alienante) routine lavorativa, trovano il modo e il tempo per esprimere le loro capacità artistiche. La proiezione si terrà Mercoledì 1° Aprile alle 18:30 presso il Barbican Arts Centre il più grande centro di arti dello spettacolo d'Europa, e uno dei teatri più prestigiosi di Londra e seguirà una discussione con Sally Skaife, Alfredo De Giuseppe e Gigi Campanile coordinata da Patrizia Scarascia. Per l'occasione la CineSalento metterà in palio un soggiorno di una settimana per due persone a Tricase, da utilizzare durante il Salento International Film Festival, tra gli spettatori presenti in sala alla proiezione del documentario.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno.In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!