Buche e alberi. Immobilismo di ordinaria amministrazione

Rotundo denuncia la giunta Perrone

Rotundo denuncia l'immobilismo di Palazzo Carafa. La giunta Perrone non garantirebbe alla città nemmeno gli interventi di ordinaria amministrazione, tra cui il dissesto stradale e la piantumazione di nuovi alberi dopo l'abbattimento di quelli pericolanti

L’elenco delle urgenze e delle cose da fare a Lecce è lungo, ma tra i tanti problemi, Antonio Rotundo dà la priorità, perché trattasi di obiettiva priorità, al ripristino delle strade colabrodo e alla piantumazione di nuovi alberi in sostituzione dei pini che sono stati soppressi perché pericolanti. Dopo le abbondanti piogge che hanno caratterizzato questo inverno, con la stagione primaverile è arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti e di porre mano con la massima urgenza all’annunciato piano di manutenzione delle strade cittadine. Strade cittadine che versano – come ogni giorno i cittadini sono costretti a verificare direttamente – in pessime condizioni e che rappresentano un pericolo per la sicurezza di chi transita in auto o a bordo di scooter, moto e biciclette e che è costretto a veri rally per dribblare le buche più o meno profonde in molti tratti di strada sia al centro che in periferia trasformati in veri percorsi di guerra. La raccomandazione che Rotundo rivolge al governo è quella di effettuare interventi seri ed organici che diano alla città strade degne di questo nome, evitando cioè di pensare di risolvere il problema con qualche “pezza” qua e là, perché in alcuni punti della città lo stato di dissesto dell’asfalto è così grave che non può essere semplicemente rattoppato, perché il rischio – come è già avvenuto – è che l’asfalto venga nuovamente divelto. Altro problema su cui Rotundo pone l'accento è quello di procedere alla sostituzione dei vecchi pini che per tutelare la incolumità pubblica si è tagliati, evitando la politica dei due tempi e fare in modo che da subito al posto di ogni albero soppresso ne venga piantato uno nuovo.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!