Lecce. Aumenta la tassa Tarsu

Rotundo: i leccesi vessati, necessario aiutare le famiglie con disagio

Ogni famiglia leccese sta verificando, attraverso la cartella di pagamento 2008, che la tassa per i rifiuti è aumentata di oltre il 10% rispetto al 2007. Per Rotundo la giunta Perrone vessa i leccesi, mentre sarebbe necessario aiutare le famiglie con disagio sociale ed economico

“I cittadini solo in questi giorni, con la lettura della busta paga a partire da gennaio e la notifica delle cartelle di Equitalia, si stanno rendendo conto della iniquità della manovra di bilancio di Perrone che ha comportato l’introduzione, oltre all’addizionale IRPEF dello 0,7%, anche di un forte aumento della Tarsu, per un prelievo complessivo di oltre 10 milioni di euro”. Così commenta Rotundo. E aggiunge “Ogni famiglia leccese infatti sta verificando, attraverso la cartella di pagamento 2008, che la tassa per i rifiuti è aumentata di oltre il 10% rispetto al 2007. In effetti la tariffa al metro quadro per i locali adibiti ad abitazione è passata da euro 1.70 del 2007 a euro 1.90 nel 2008. In un momento di grave crisi quale quello che stiamo attraversando, riteniamo necessario applicare un regime agevolato e/o di esenzione per i soggetti e le famiglie che versano in condizioni di disagio sociale ed economico, di chi perde il posto di lavoro, e di riduzione tariffaria per le nuove attività produttive, commerciali o di servizi che creino nuovi posti di lavoro. Tali proposte, nel dettaglio, verranno presentate per un confronto tra le forze politiche e consiliari in occasione della imminente discussione del Bilancio di Previsione per il 2009.”

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno.In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!