Salve. Fitto inaugura il centro culturale

Il Tesoretto di Salve, un progetto finanziato dal programma Leader Plus

Sabato alle ore 17.30, il Comune di Salve, presso Palazzo Ramirez in Piazza Concordia inaugurerà il Centro Culturale all’interno del quale sarà possibile trovare il Tesoretto di Salve, un progetto finanziato dal programma Leader Plus

Sabato alle ore 17.30, il Comune di Salve, in provincia di Lecce, presso Palazzo Ramirez in Piazza Concordia inaugurerà il Centro Culturale. All’interno del centro sarà possibile trovare: il Tesoretto di Salve, lo Iat (Uffici di informazione e di accoglienza turistica), il Capsda (Centro di accesso pubblico ai servizi digitali avanzati), la Biblioteca, una Sala Conferenze, lo Sportello Aqp on line e quello per l’Internazionalizzazione delle Imprese ed un’aula Multimediale. Alla cerimonia interverranno: Vincenzo Passadeo, Sindaco di Salve, Antonio Lia, Presidente Gal “Capo S. Maria di Leuca”, Francesco Bruni, Presidente Consorzio dei Comuni “Terra dei due Mari, Giovanni Siciliano, Consigliere Provinciale, Rocco Palese, Consigliere Regionale e Raffaele Fitto, Ministro Affari Regionali. Durante l’inaugurazione Aldo Siciliano, Direttore del Dipartimento di Beni Culturali Università degli Studi del Salento – Docente di Numismatica Greca e Romana relazionerà su: “Il tesoretto monetale di Salve. Conoscenza, tutela e valorizzazione del territorio”. Il restauro e la fruibilità di alcuni ambienti di Palazzo Ramirez rientra nell’ambito dell’ Intervento 4.2.1 “Recupero e fruizione dei beni culturali” del Piano di Sviluppo Locale “Parco Rurale della Terra dei due Mari” del GAL Capo S. Maria di Leuca, cofinanziato dal Programma Operativo Leader Plus e dal Comune di Salve. Con il suo recupero, il Gal si è posto l’obiettivo di valorizzare “Il tesoretto di Salve”, a testimoniare che l’area centro-meridionale della Puglia, in cui fiorì la civiltà messapica, è tra le più significative ai fini dello studio della circolazione monetale in Italia e nel Mediterraneo. La penisola salentina, grazie alla sua posizione geografica, ha sempre costituito un ponte di primaria importanza tra l’Occidente e l’Oriente ed è stata, di conseguenza, teatro di scambi di carattere economico e culturale fra le genti del bacino mediterraneo. Il Gal del Capo di Santa Maria di Leuca ha come obiettivo principale la costituzione di un sistema integrato di fruizione dei beni culturali ed ambientali, organizzati secondo filoni tematici. A tal fine nell’area Leader Plus sono stati sostenuti investimenti finalizzati alla valorizzazione dei beni culturali dell’area, individuati fra i seguenti tematismi: preistorico come menhir e dolmen, oppure messapico-romano: siti archeologici, insediamenti vari; basiliano-bizantino: cripte, grotte, insediamenti rupestri, frantoi ipogei, musei, ed anche, a favore di boschi della macchia mediterranea, delle pinete delle serre salentine e del paesaggio rurale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!