Don Stefano: “Mi appello al Tacco. Voi contate”

“Seguo con attenzione fin dall’inizio il forum attivato sul Tacco d’Italia all’indomani dell’omicidio di Peppino Basile – ha dichiarato Don Stefano al direttore Maria Luisa Mastrogiovanni. Ogni singolo lettore, e ho visto che sono tantissimi (445.000 nel solo mese di dicembre 2008, ndr), che ha avuto la spinta a scrivere, l’ha fatto in maniera partecipata, intelligente. A volte usano toni forti, esprimono rabbia, ma forse è quello che farei io se non fossi prete. Mi piacerebbe – ha detto Don Stefano – che quella forte motivazione che ha spinto queste persone a scrivere, a partecipare al dibattito, trovasse anche una sponda reale nel comitato “Io conto” – ha continuato – che si è costituito presso l’oratorio della mia parrocchia. Allora io dico a queste persone, fate un passo in più verso la legalità, incontratevi, incontriamoci. Facciamo nascere questa grande forza di cambiamento, tutti insieme. Il Tacco vi ha dato voce, vi ha messo a disposizione questo grande strumento di democrazia. Adesso datevi un volto”. Sul nostro quotidiano on line, dal 15 giugno, data dell’omicidio Basile, è nato un forum spontaneo a commento dei continui aggiornamenti che la Redazione ha fornito ai suoi lettori/navigatori. Abbiamo deciso di lasciare fisso in home page il riquadro con queste notizie che abbiamo incasellato in ordine cronologico. Gli oltre 250 “post” finora inseriti a commento dei fatti, hanno attirato l’attenzione di Don Stefano Rocca che ha lanciato il suo appello.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!