www.unisalento.it. Il portale è servito

Presentato ieri il nuovo sito di Ateneo

Nuovi servizi e tecnologia avanzata. E' www.unisalento.it, il nuovo portale dell'Università del Salento, presentato ieri da Domenico Laforgia, rettore, Luca Mainetti, delegato alla Razionalizzazione e allo Sviluppo dei servizi informatici, e dai tecnici che l’hanno realizzato

Più immediato, più completo ed ancora più legato al territorio. Sono queste, in sintesi, le caratteristiche di www.unisalento.it, il nuovo portale dell’Università del Salento, presentato ieri in conferenza stampa da Domenico Laforgia, rettore dell’Ateneo, da Luca Mainetti, delegato alla Razionalizzazione e allo Sviluppo dei servizi informatici, e dal gruppo che l’ha realizzato. Soddisfatto il rettore che l’ha definito “uno dei pochi portali di tal genere al mondo”; una dichiarazione che pare azzardata ed esagerata ma che parte dalla consapevolezza della tecnologia adottata e della qualità dei servizi offerti. La realizzazione del sito è stata affidata alla società Links che ha vinto il bando di gara; la società di marketing Whycom è stata invece incaricata del lancio del portale. Il nuovo portale aprirà – è quanto ha annunciato Laforgia – un nuovo modo di comunicare con l’Ateneo, perchè permetterà di avere accesso puntuale e facilitato ad ogni servizio. Rispetto al preesistente, il nuovo sito ha più sezioni ed una aumentata capacità di lettura; “nel progettarlo si è partiti – hanno spiegato i tecnici – dall’esterno, ovvero dalle domande degli studenti”. Ma questo non é tutto. Perché www.unisalento.it, disponibile anche in inglese, dispone anche di una sezione per ipovedenti e non vedenti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!