Più donne in azienda. Ci pensa Gel

Domani la fase conclusiva del progetto

Parità di genere nelle imprese del territorio salentino: a Palazzo dei Celestini il convegno finale del progetto G.e.l. Saranno presenti, oltre a Loredana Capone, vicepresidente della Provincia, numerose rappresentanti di istituzioni a tutela delle Pari opportunità

Un progetto comunitario rivolto alle imprese disposte a sperimentare un nuovo sistema di valutazione che premia le aziende che facilitano l’accesso delle donne al mondo del lavoro. E’ questo il senso del progetto G.E.L. (Gender Equality Lecce), promosso dall’assessorato provinciale alle Pari opportunità, dalla consigliera di parità della Provincia, dal Centro di Iniziativa Europea e dall’Istituto di Ricerca Sociale, partner capofila del progetto, ed approvato con i fondi Por nell’ambito delle azioni volte a promuovere l’occupazione femminile. Alle ore 9 di domani, presso la sala consiliare di Palazzo dei Celestini, si terrà l’atto conclusivo del progetto G.E.L. con il convegno dal titolo “Certificazione di genere nelle aziende leccesi: proposte, idee e soluzioni per il miglioramento della qualità della vita delle persone e delle imprese”. L’obiettivo del progetto, finanziato dal Por Puglia “Promozione della partecipazione femminile al mercato del lavoro”, è stato diffondere e applicare il principio di genere all’interno del concetto di responsabilità sociale, consentendo il superamento e la prevenzione delle discriminazioni di genere relative all’accesso e alla permanenza delle donne nel mondo del lavoro. I lavori saranno aperti da Loredana Capone, vice presidente della Provincia di Lecce e da Marco Barbieri, assessore regionale al Lavoro e Formazione Professionale. Seguirà l’intervento di Domenico Palma, dirigente Ufficio per gli interventi in campo economico e sociale del Dipartimento Pari Opportunità. Quindi i partner del progetto, Flavia Pesce per l’Istituto per la Ricerca Sociale, Elisabetta Maggi per il Centro di Iniziativa Europea ed i partecipanti al convegno si confronteranno sui risultati ottenuti a seguito delle interviste condotte all’interno delle aziende in merito all’applicazione delle politiche di genere, adozione di strumenti di conciliazione e sulle azioni future per andare nella direzione della responsabilità sociale d’impresa intesa come valore aggiunto all’attività dell’azienda. I lavori proseguiranno con una tavola rotonda alla quale prenderanno parte Serenella Molendini, consigliera di parità della regione Puglia e Provincia di Lecce, Magda Terrevoli, presidente commissione pari opportunità Regione Puglia, Antonella Bisceglia, dirigente assessorato ai Servizi Sociali Regione Puglia, Stefania Leuci, Comitato femminile plurale, Antonella Perrone, Cgil Lecce, Maria Antonietta Zecca, presidente regionale Comitato imprese donna Cna, ed Enza Miceli, Unione donne italiane Lecce. Il convegno sarà chiuso da Elena Gentile, assessora regionale alla Solidarietà Sociale.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!