Più di un etto di coca nell'auto. Presa

Gli agenti ella Squadra mobile l'hanno bloccata durante un controllo anti-droga

Quei 111,8 grammi di cocaina che nascondeva in macchina le avrebbero fatto guadagnare circa 10mila euro, tanto erano puri. Ma la Squadra mobile di Lecce, durante un controllo, ha impedito che venissero spacciati. Resta da stabilire da dove provenissero e dove fossero diretti

Aveva nascosto in un vano della sua auto ben 111,8 grammi di cocaina purissima. E con l’importante “carico” si aggirava per le strade di Lecce. Sfortuna ha voluto che Romina Solito, 31enne leccese, si imbattesse in un controllo degli agenti della Squadra mobile di Lecce finalizzato proprio al contrasto del traffico di droga. La veloce ispezione ha portato alla luce il contenuto della vettura, che, dato l’alto grado di purezza, avrebbe potuto fruttare alla donna un guadagno di circa 10mila euro. La 31enne è un volto già noto alle forze dell’ordine, in quanto in passato è rimasta coinvolta in fatti che le sono costati denunce per danneggiamento e detenzione di materiale esplodente, in seguito ad episodi di violenza sportiva. La Solito è stata condotta presso il carcere di Borgo San Nicola e potrebbe comparire già oggi davanti al gip per l’interrogatorio di garanzia. Resta da stabilire chi le avesse procurato la droga e a chi fosse destinata.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!