Il Salento in una notte

Ritorna la festa nel centro storico di Spongano

Torna la festa che accende il centro storico di Spongano con il concerto in notturna degli Opa Cupa di Cesare Dell’Anna

Dopo il grande successo di pubblico dello scorso anno, nel centro storico di Spongano stasera torna “Salento in una notte”. Anche questa seconda edizione, organizzata dall’amministrazione comunale, insieme alla l ProLoco e all’associazione culturale MilleE20, si propone di regalare agli sponganesi e ai tanti turisti che abiteranno il Salento nel cuore dell’estate, una notte all’insegna della cultura, del divertimento, della musica, dell’arte e dell’enogastronomia. Protagonista a partire dalle ore 20 sarà ancora una volta il borgo antico di Spongano che ospiterà decine di stand per la degustazione di prodotti tipici salentini. Il percorso si snoderà tra le vie e i vicoli del paese, arricchite dai sapori e dagli odori della nostra terra, insieme ai Salento Buskers con la loro carovana di artisti di strada e attraverso atelier creativi, mercatini, parate, bancarelle, con la musica e il circo a calamitare l’attenzione. Nel corso della serata, si potranno ammirare scorci notturni del paese nelle tele di pittori che fermeranno con i pennelli il “loro Salento”. Premi in denaro saranno assegnati da una giuria competente alle tre opere ritenute maggiormente meritevoli. E poi ancora l’arte nella rassegna “Corto a Sud”, la sezione dedicata al cinema che vedrà proiettate pellicole firmate da noti registi salentini, italiani e internazionali. Ad accompagnare il pubblico fino alle prime ore dell’alba, come d’abitudine, saranno quest’anno le note inconfondibili degli Opa Cupa, guidati dal leader storico Cesare Dell’Anna. Il concerto, il cui inizio è previsto per le ore 1.30, inebrierà la notte sponganese di musica originalissima e mai scontata, fatta di contaminazioni balcaniche e di ritmi mediterranei. Essenziale e suggestiva la scelta stilistica adottata quest’anno dall’organizzazione per “mettere in luce” l’oggetto dell’evento, per valorizzarne il contenitore, il centro storico del paese, di per sé bellezza naturale. I riflettori, infatti, “accenderanno” le zone interessate dagli spettacoli e illumineranno gli spazi espositivi: luci, fiaccole di piccole e medie dimensioni sistemate lungo le strade definiranno i confini interessati dalla manifestazione e creeranno un’atmosfera magica. Gli stand, tutti simili nel disegno e nelle dimensioni, saranno realizzati utilizzando materiale riciclato finemente studiato da un designer salentino. Ed infine un totem sintetizzerà simbolicamente l’oggetto al quale il visitatore si avvicinerà.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!