Schianto in auto. Era ubriaco

Ieri i funerali dell'amico deceduto

L'auto ha sbandato e poi si è ribaltata tre volte su se stessa. Giulio Martignano, il passeggero, è morto sul colpo. Marco Cordella, il guidatore, è rimasto ferito. Guidava in stato di ebbrezza

Era in stato di ebbrezza, domenica pomeriggio, Marco Cordella, 30enne neretino, mentre guidava la Renault Clio a bordo della quale si trovava anche Giulio Martignano, 26 anni, anche lui di Nardò. E forse per l’elevato tasso di alcol nel sangue, forse per l’elevata velocità, Cordella ad un tratto ha perso il controllo dell’auto, che dopo aver sbandato, si è ribaltata tre volte su se stessa sulla litoranea per Gallipoli, all’altezza della rampa Taranto-Santa Maria al Bagno. Lui, Cordella, è rimasto solo leggermente ferito dall’impatto. Martignano, il suo amico 26enne, in quell’incidente ha perso la vita. Il 30enne è stato deferito in stato di libertà. In passato aveva avuto altri guai con la giustizia: era stato denunciato per possesso di stupefacenti; poco tempo fa, inoltre, gli era stata ritirata la patente per alcune infrazioni del Codice della strada. Ieri intanto si sono svolti i funerali di Martignano. La folle di presenti ha accompagnato il feretro in un composto silenzio.

Leave a Comment