Promozione della Prefabbricati Pugliesi Brindisi. Perrone: “Oltre i campanili”

Il sindaco di Lecce esprime la sua soddisfazione per il successo dello sport pugliese

Paolo Perrone, sindaco di Lecce, si complimenta con la squadra di basket della Prefabbricati Pugliesi Brindisi, neopromossa in serie A/2, e coglie l'occasione per ricordare la funzione primaria dello sport: unire al di là dei campanili

“Da salentino e da sportivo non posso che gioire per la splendida promozione della Prefabbricati Brindisi”. Così Paolo Perrone, sindaco di Lecce, saluta la promozione nel campionato A/2 di basket della Prefabbricati Pugliesi Brindisi dopo la vittoria di domenica sera con Banca Nuova Trapani. “Una grande affermazione – commenta il primo cittadino leccese – da parte di una squadra fortissima che spesso nel corso della stagione ho avuto il piacere di ammirare direttamente. Lo scenario del palazzetto brindisino è sempre suggestivo e domenica il pubblico biancazzurro credo che abbia dato il meglio di se stesso. Brindisi si conferma la capitale del basket in Puglia. E’ una vittoria meritata per la città e la sua grande tradizione cestistica, per la squadra e per la società. A Massimo Ferrarese formulo i miei più vivi complimenti per questo successo e lo invito a continuare su questa strada affinchè la A/2 per la pallacanestro brindisina sia solo un passaggio verso mete ancora più importanti. Al di là del significato strettamente sportivo, la presenza di una squadra salentina ai vertici del basket nazionale non può che costituire un formidabile veicolo di promozione territoriale. Questo fatto – conclude Perrone – ci serva per azzerare qualsiasi rivalità campanilistica e per unirci a sostegno dello sport di Puglia”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!