“Abolizione Ici? Taglieremo i servizi”

Botta e risposta tra Venuti e Fersino

Francesca Fersino, coordinatrice cittadina del PdL, ribatte alle dichiarazioni di Remigio Venuti, sindaco di Casarano, secondo il quale, conseguenza dell'abolizione dell'Ici sarà il taglio dei servizi ai cittadini

L’abolizione dell’Ici sulla prima casa ha ottenuto i consensi dei cittadini, ma preoccupa i sindaci dei Comuni che perdono un’importante entrata di bilancio per gestire la macchina amministrativa. Anche il sindaco di Casarano, Remigio Venuti, parlando l’altra sera ad una tv locale, si è detto “seriamente preoccupato” per il provvedimento del Governo Berlusconi. “Se non vengono introdotti meccanismi di compensazione – ha sostanzialmente affermato Venuti – le casse comunali ne risentiranno al punto tale da dover effettuare dolorosi tagli. In particolare, bisognerà tagliare nel settore dei servizi ai cittadini, dei servizi sociali e degli investimenti nelle scuole”. Le dichiarazioni del sindaco hanno fatto scattare la reazione di Francesca Fersino, coordinatrice cittadina del PdL, che le definisce “pretestuose e tardive”. “Tardive perchè – si legge in una nota – il sindaco si ricorda solo oggi di dedicare attenzione ai servizi per i cittadini, al mantenimento e/o potenziamento delle politiche sociali sul territorio, tenuto conto del totale disinteresse che questa amministrazione ha mostrato negli anni di sviluppo della propria azione di governo, nonostante il gettito ricavato dall’Ici sulla prima casa e l’introduzione di ulteriori balzelli quali l’addizionale comunale Irpef introdotta con il Bilancio di previsione 2007. Pretestuosa – prosegue la Fersino – perché Venuti dovrebbe sapere benissimo che il provvedimento adottato dal governo Berlusconi prevede da subito meccanismi di compensazione a favore degli Enti Locali. La politica della mistificazione e del maldestro tentativo di creare falsi allarmismi – conclude la nota – è stata ampiamente bocciata dai cittadini casaranesi, i quali hanno espresso un voto per il cambiamento ed a favore di chi crede che la casa sia un bene primario attraverso cui si esprime la libertà e la dignità della persona”. Domani sera, in piazza Diaz (dalle 17 alle 21), il PdL illustrerà ai cittadini i contenuti dei primi provvedimenti del Governo Berlusconi.

Leave a Comment