Castellana -Taviano. I precedenti in A2

Nuovo appuntamento per domani

Tre vittorie per i salentini; due per i baresi. E’ questo il bilancio dei confronti diretti in A2 tra la Matedormini e la Stilcasa. Si attende la gara di domani

Tanto l’una quanto l’altra squadra si è sempre aggiudicata la sfida giocata di fronte al pubblico amico, e per ben tre volte, per decretare la vincente, la partita ha richiesto l’utilizzo del quinto set. Le uniche due occasioni in cui una delle due non è andata a punti si sono verificate nel Salento, con Castellana piegata tutte e due le volte in quattro set. E’ successo sempre nella 14esima giornata. Coincidente con quella di ritorno nel 2005/2006 e di andata nel campionato in corso (era il 26 dicembre scorso e si giocava al palasport di via Merine di Lecce). Sarà domani la terza volta che la sfida si gioca nel Barese, e la Stilcasa, pur perdendo in entrambe le due precedenti occasioni, ha sempre mosso la sua classifica. Nelle due precedenti partite giocate a Castellana, i salentini infatti si sono arresi al tie-break, dopo aver recuperato l’1 a 2 nel parziale dei set. Nei game fatti propri “vince” ancora Taviano per 13 a 10, mentre tra i “best scorer” che maggiormente hanno inciso in ogni singola partita figurano i nomi di Gabriel Chocholak (32 punti personali nella partita d’andata); di Leonardo Rodrigues (28 alla 14esima di ritorno del 2005/2006); e dello spagnolo Rafael Pascual (26 palle vincenti alla terza di andata del 2006/2007). Dalla parte salentina non ci saranno ex in campo, anche se per il molfettese Alessandro La Forgia sarà comunque un derby speciale, dal momento che il centrale salentino dovrà sfidare una squadra della sua stessa provincia. In giallo-blu, dopo aver vestito la maglia giallo-rossa in passato, si presenteranno sotto rete da ex invece Adriano Paolucci e Giacomo Viva. Il primo ha palleggiato a Taviano per tre stagioni (dal 2003/2004 al 2005/2006) vincendo la Tim Cup; il secondo ha giocato con la Stilcasa da libero nel torneo di B1 del 1999/2000.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!