Primati italiani

I costi delle immatricolazioni auto

Si parla tanto di risparmio e di contenimento delle spese ma spesso non è così

A parte l’assoluto record nel campo dei telefonini, nel nostro paese figurano immatricolate 60 autovetture per ogni 100 abitanti, rispetto alla media europea di 46 a 100. Se tanto mi dà tanto, non si può non pensare agli abnormi costi ed esborsi indotti, verosimilmente sempre da primato, sotto forma di consumo carburante, bolli, assicurazioni e così via dicendo. Non basta: sostando per circa mezz’ora, in attesa dell’autobus urbano, in una piazza del centro di una città del nord, ho constatato che le auto in transito erano costituite per oltre la metà da vetture di media e grossa cilindrata, alcune di lusso, con fuoristrada e Suv in abbondanza. Che segnali si possono dedurre da questi dati? D’opulenza o di decadenza? Ad ogni modo, non v’è una grossa contraddizione con i tanti milioni d’italiani che non riescono neppure a far quadrare i conti mensili? Rocco Boccadamo

Leave a Comment