Funzionari dell'Inps. Anzi, truffatori

Falsi impiegati derubano due anziani

Trepuzzi. Si sono fatti aprire la porta spiegando di essere funzionari dell'Inps addetti alle revisioni delle pensioni. Ma, ottenuti i documenti e una busta contenente 200 euro di risparmi, sono fuggiti via facendo perdere le proprie tracce

Sembravano due persone perbene. Vestivano abiti eleganti ed avevano un modo di parlare gentile. Quando hanno bussato alla porta degli anziani coniugi Gaetani, in pieno centro di Trepuzzi, i sedicenti funzionari dell’Inps hanno dichiarato di dover effettuare dei controlli sulla documentazione relativa alla pensione al fine di aumentarne l’importo. I due pensionati hanno faticato a dare fiducia ai due avventori ma, saranno stati i modi gentili, sarà stato che un aumento della pensione mensile avrebbe fatto comodo, si sono decisi a farli accomodare in casa. Purtroppo però appena hanno consegnato i documenti richiesti ai falsi funzionari, questi sono fuggiti via con i 200 euro contenuti nella busta. Il signor Gaetani è stato colto da malore e trasportato dal 118 presso l’ospedale di Campi dove è stato ricoverato. Nonostante la coppia abbia subito allertato i parenti e le autorità di competenza, dei due truffatori si è al momento persa ogni traccia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!