Slow food e Nardò per Park Life 2008

La manifestazione a Roma

Si è tenuta nei giorni scorsi la prima giornata della manifestazione Park life svolta a Roma presso il nuovo quartiere fieristico, dove la Città di Nardò, con la collaborazione di Slow food, è stata inviata dalla presidenza nazionale di Legambiente a promuovere i suoi prodotti enogastronomici

Nasce sotto ottimi auspici la cooperazione tra condotta slow food di Nardò e l'assessorato all'ambiente, che ha avuto anche l'apprezzamento del ministro Alfonso Pecoraro Scanio, che si è trattenuto per quasi tutto il tempo della sua visita a Park life presso lo spazio dedicato al Parco naturale regionale di Portoselvaggio e Palude del capitano. La condotta slow food si è fatta carico di una selezione di prodotti enogastronomici tipici dell'area parco, particolarmente apprezzati da tutti coloro che si sono avvicinati con interesse a questo felice connubio ambiente – gastronomia. Dopo i centomila visitatori dello scorso anno, il trend della manifestazione è in aumento. ”E’ soltanto l'inizio – dichiara l'assessore all'ambiente Mino Natalizio – di una collaborazione con lo slow food neretum che con Antonello Del Vecchio, vicepresidente nazionale, e Francesco Muci responsabile locale, intende promuovere nella splendida cornice del parco la costituzione di una comunità del cibo, che sappia sviluppare tutti i valori enogastronomici del territorio, già per la prossima edizione della manifestazione nazionale di terra madre che unisce tutte le comunità del cibo”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!