Ad Andrano il Pd veste giovane

Eletto il primo segretario

Dopo un’intensa e partecipata riunione del coordinamento di circolo, tenutasi mercoledì 20 febbraio nella sede cittadina di via Roma, anche il Partito democratico di Andrano e Castiglione ha il suo primo segretario. È Raffaele Colluto, trentenne, già segretario dei D.S.

Il nuovo coordinamento cittadino si compone, oltre che di Giuseppe Accogli (membro di diritto in quanto eletto all’assemblea costituente regionale), di 32 democratici, la metà dei quali donne e con una forte presenza giovanile. La mia elezione- dichiara il neosegretario- si colloca all’interno di un più ampio progetto di rinnovamento e formazione di quella che sarà la futura classe dirigente del nostro paese; proprio per questo risulta straordinario vedere nel nostro nuovo circolo, accanto a figure storiche del centrosinistra, tanti giovani e tante donne ugualmente affascinate dal progetto Pd. Per il neosegretario il Pd si pone in una prospettiva di rottura degli equilibri precedenti, poiché vuol essere innovatore nei metodi, nei contenuti e nelle forme. Infatti, la convinzione è che questa volta qualcosa cambierà davvero nella politica italiana e Veltroni sarà il grande artefice di questo cambiamento. Ma l’attenzione è alta anche sulle questioni locali. Infatti, il partito continuerà a svolgere la sua funzione di stimolo e di controllo dell’attività dell’amministrazione Accogli. Non solo, un’attenta politica per il territorio richiede l’approfondimento costante di temi importanti, che il Pd analizzerà autonomamente attraverso gruppi di lavoro all’interno del nuovo coordinamento. Viste le direttrici di sviluppo del comune di Andrano, i punti fondamentali dell’analisi saranno, tra gli altri, il turismo, l’urbanistica, l’ambiente, la cultura, affrontati tramite lo studio, incontri e dibattiti, al fine di formulare proposte a supporto delle politiche amministrative.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!