Master per le strutture turistico-alberghiere

Consegna degli attestati

Si terrà questa mattina alle ore 10.30 nella sala consiliare di Palazzo dei Celestini, la manifestazione finale e la consegna degli attestati ai partecipanti del Master Emas di II livello in “Sistemi di Gestione Ambientale delle strutture turistico-alberghiere”, attivato presso l’Università del Salento e cofinanziato dalla Provincia di Lecce, in base alla convenzione sottoscritta con l’ateneo nell’ottobre scorso

Revisore ambientale, consulente Emas e verificatore ambientale: sono queste le figure professionali nate da uno specifico master che si è appena concluso. Oltre a Palazzo dei Celestini e all’Università, il Master è stato realizzato grazie alla Regione Puglia, all’Azienda di Promozione Turistica di Lecce ed a QGest srl. Interverranno l’assessore provinciale alle Risorse Ambientali Gianni Scognamillo, il prorettore dell’Università del Salento Marco Boito, il direttore del Master Giovanni Zurlini, il commissario dell’Azienda di Promozione Turistica di Lecce Stefania Mandurino e l’amministratore di Qgest srl Salvatore Russo. L’Università del Salento, prima in Italia a far parte del network di eccellenza delle Scuole Emas europee, ha attivato il Master di II livello che ha costituito un’opportunità di alta formazione per i giovani laureati che hanno deciso di affrontare il percorso formativo. Sono state formate figure professionali altamente qualificate per promuovere e sviluppare la qualità delle strutture turistico-alberghiere, quali il revisore ambientale, il consulente Emas e il verificatore ambientale, in grado di assistere le strutture turistico-alberghiere lungo l’intero percorso per l’ottenimento della registrazione Emas.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!