Nardò. Eletto il presidente di Azione Giovani

Lisi: “E’ giovane la politica dell’impegno”

Si è concluso con l'elezione per acclamazione di Emanuele Ciarfera, del Circolo di Azione Giovani di Nardò, il Congresso Provinciale di Azione Giovani Salento, presieduto da Thomas Tomucci di Padova, Presidente dell’Assemblea Nazionale

Dopo un passo indietro fatto per il bene del movimento dai due principali candidati Pippi Mellone, Presidente del Circolo di Azione Giovani Nardò e Giancarlo Erroi, Presidente del Circolo di Azione Giovani Leverano. Il nuovo Presidente Provinciale ha commentato in questo modo la fiducia dimostratagli dal movimento: “Sono onorato per questo incarico alla guida di un gruppo che cresce quotidianamente grazie allo splendido lavoro fatto anche in questi ultimi mesi dal commissario Cristian Filieri insieme a Francesco Zuccaro, Dirigente Regionale di Azione Giovani, Massimo Fragola, Dirigente Nazionale di Azione Giovani e Pierantonio De Matteis, Presidente del Circolo di Azione Giovani Galatina che passano un prezioso testimone. Siamo una forza giovane e dobbiamo dare vita ad una mobilitazione giovanile, incentivando la partecipazione alla politica. Ci aspetta un compito arduo, ma resta la consapevolezza di essere l'unico movimento leccese con un progetto politico forte, concreto e partecipato che riguarda tematiche sociali, ambientali e di politica giovanile. Siamo un movimento che guarda al passato senza pregiudizi e al futuro con slancio ed impeto giovanile, gli unici che affrontano la politica con lo spirito legionario, pronti a difendere le proprie tradizioni ed i propri valori e pronti a difendere la propria identità in un clima di partito unico. Spero ci sia, sotto la mia presidenza, un coinvolgimento ancora maggiore da parte dei giovani della Provincia: lavoriamo duramente ormai da tempo, dobbiamo proseguire lungo la strada tracciata”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!