Ubriachi in auto. Folle corsa nel parcheggio del Premiere

Paura davanti all'ingresso della discoteca

Un tasso alcolico di molto maggiore rispetto al consentito. Due 40enni di Copertino sono stati fermati dalla Polizia mentre a tutta velocità sono entrati nel parcheggio di una discoteca di Gallipoli travolgendo tutto ciò che è capitato. Fortunatamente non ci sono stati danni a persone

Sabato sera. In preda all’alcol entrano a tutta velocità nella zona adibita a parcheggio della discoteca Premiere di Gallipoli e non si fermano davanti a niente. Travolgono nella loro corsa tutto ciò che capita, tra cui alcuni manufatti, una panchina in cemento, il muro di cinta adiacente all’entrata del locale. Fortunatamente la folle corsa si conclude senza danni alle persone. Né agli utenti della discoteca né agli stessi automobilisti. Due uomini di Copertino, entrambi 40enni. Non è stato difficile capire che entrambi avevano alzato pesantemente il gomito, quella sera. L’esame effettuato presso l’ospedale di Gallipoli ha confermato la supposizione verificando un tasso alcolico pari a 290mg/dl; ben oltre il limite consentito per legge di 0,5 mg/dl. Al conducente del mezzo è stata ritirata la patente; l’uomo è stato anche deferito all’autorità giudiziaria per il reato di guida in stato di ebbrezza alcolica.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!