A volte serve anche la fortuna

Contro la Triestina una gara difficile, sofferta ma giocata, per mantenersi agganciati alla vetta

I giallorossi al via del Mare hanno trovato un avversario grintoso, ma soprattutto una squadra ben messa in campo, che ha dato filo da torcere già dai primi minuti di gioco. Nonostante tutto i ragazzi di mister Papadopulo hanno conquistato i tre punti ed anche se la vittoria è arrivata nel finale grazie ad un pizzico di fortuna, il Lecce le occasioni da gol le ha create.

La fortuna assiste il Lecce in questo sabato di febbraio, per onestà di cronaca va detto che la partita contro la Triestina non era facile, l’avversario si è presentato in campo con tutte le intenzioni di far bene ed i giallo rossi hanno risposto con una discreta partita, recuperando nel finale quei tre punti indispensabili a rimanere a galla in una giornata di campionato in cui tutte le dirette concorrenti hanno fatto risultato. I tre punti sono merito anche della fortuna perché conquistati grazie ad un gol giunto allo scadere dei minuti di recupero della ripresa nel corso di un’azione ancora poco chiara. Infatti l’autore della rete sembra essere agli occhi di tutti Munari, ma ai più pare che la sfera sia finita in rete grazie all’ultimo tocco di un avversario e si discute anche sulla regolarità dell’azione. I ragazzi di mister Maran hanno dato filo da torcere ai giallo rossi sin dai primi minuti di gioco iniziando con Gabbiani che già al 5’ impegna Benussi in un uscita dai pali e respinta di piedi, bisogna aspettare il 13’ per segnare un’azione del Lecce che arriva sulla punizione battuta da Zanchetta, ma il colpo do testa di Schiavi è oltre che di poco fuori oltretutto anche in posizione di fuorigioco. Mentre al 18’ un cross preciso di Zanchetta per servire Tiribocchi che avanza ma coperto da tre avversari e con Dei fuori, opta per il pallo netto, bello ma impreciso che si staglia contro il palo. Il Lecce sul finire del primo tempo si rianima e crea ancora un paio di occasioni. Al rientro dagli spogliatoi mister Papadopulo ha lasciato a riposo Angelo (brutta la sua gara) per il giovane neo acquisto Budyanskiy. Alla ripresa è ancora Triestina che avanza e macina azioni, da segnalare però un paio di occasioni a firma di Valdes che impegna Dei soprattutto quando al 6’ quando è costretto all’estensione per poter deviare in corner un tiro del cileno. Al 13’ Papdopulo chiama fuori Zanchetta per Corvia. Al 21’ Allegretti fa tremare il via del mare con una splendida punizione battuta dai 30 metri che supera la barriera e va a finire sul piede di Benussi che così devia e salva la porta, allegretti si ripete un minuto dopo e questa volta l’estremo difensore giallo rosso esce dai pali e respinge di pugni. Dal 20’ è di nuovo Lecce e crea occasioni grazie ad Ariatti e Abbruscato, mentre Budyanskiy ha la possibilità di esibirsi davanti al suo nuovo pubblico con un apunizione battuta dalla distanza, pulita e precisa che però dei blocca tra le braccia. Al 40’ Princivalli ha la palla gol in testa, perché viene fuori da un varco lasciato aperto dalla difesa del Lecce e proprio di testa può metterla dentro ma sbaglia di poco, e dopo 6 minuti è dalla mischia vicino a Dei che viene fuori il gol del Lecce.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!