Si scrive Ambiente, si legge Sviluppo

Un forum a Casarano

“Si scrive ambiente, si legge sviluppo”. Questo il tema del Forum dell’informazione territoriale che si èterrà oggi a Casarano presso la Sala formazione Cisi (Zona industriale, provinciale Maglie-Casarano), promosso da “Area Sistema di Casarano & Comuni Associati” nell’ambito del progetto “Oltre Basso Salento Agenda 21”

Obiettivo del Forum giungere ad una Carta condivisa sui temi dello sviluppo sostenibile, perché sostenibilità e sviluppo possano, grazie all’azione delle pubbliche amministrazioni e dei media territoriali, stringere un’alleanza in nome del futuro del Salento, ma anche di una ricchezza non effimera, e soprattutto non predatoria, nei confronti dei luoghi e dei territori. D’altra parte non a caso il Forum, che ha registrato un’adesione convinta e partecipata da parte degli organi di informazione, segno evidente di un’attenzione crescente e articolata verso un tema così complesso e che investe la vita di ognuno di noi, giunge poco dopo l’approvazione del Piano di Azione Locale redatto nell’ambito del progetto “Oltre Basso Salento Agenda 21”. Uno strumento fondamentale per lo sviluppo sostenibile del territorio, e linea guida per le nuove politiche concertate degli attori locali coinvolti nel processo grazie al quale amministrazioni, cittadini, imprese territoriali, potranno adottare strategie e azioni da perseguire per uno sviluppo sostenibile del territorio e una visione diversa del Basso Salento. “Quello di Oltre BaSA21 e del piano di azione locale è stato un lavoro entusiasmante e complesso”, dice Remigio Venuti, presidente “Area Sistema di Casarano&Comuni Associati”, “che ha permesso agli enti locali di comprendere fino in fondo il loro ruolo decisivo nelle politiche di sviluppo sostenibile e verificato con forza, se mai ce ne fosse bisogno, quanto ambiente e territorio, lungi dall’essere meri oggetti da contemplare e/o utilizzare indiscriminatamente, costituiscano un immenso patrimonio economico e sociale da rispettare e tutelare, capace anche di produrre buona nuova occupazione, quella che le giovani generazioni chiedono”. Il Forum dell’informazione territoriale si aprirà alle 9. Insieme ai direttori e ai redattori dei media territoriali vi parteciperanno Remigio Venuti, presidente “Area Sistema”; Claudio Pedone, componente Coordinamento nazionale Agende 21 Locali; Gianni Scognamillo, assessore alla Provincia di Lecce e, in qualità di discussant, Giordano Cuoghi, esperto nuovi media, Comunicazione Agenda 21; Raffaele Lupoli, direttore “La nuova Ecologia.it”; Giovanni Zurlini, presidente Corso di Laurea in Scienze ambientali, Università del Salento, delegato del rettore sulle questioni ambientali; Luca Carbone, consulente Oltre BaSA21, Università del Salento; Romeo Giuranna, coordinatore esecutivo Oltre BaSA21; Luisella Guerrieri, coordinatore esecutivo Oltre BaSA21.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!