I giorni del fuoco. Tradizione ed innovazione

Al via la focara di Novoli

Novoli e il Salento attendono i giorni del fuoco e della devozione. Tutto pronto per l’avvio della grande festa dell’inverno salentino, dedicata a S. Antonio Abate

Pronta allo sprint finale anche la corposa macchina della comunicazione. On line da poche ore, e sempre in continuo aggiornamento, il network www.focara.it, aggregatore delle notizie e dei contenuti dei siti ufficiali dei partner locali organizzatori della festa: il Comune di Novoli (www.comune.novoli.le.it), della Parrocchia Sant’ Antonio Abate (www.santantonionovoli.it) e della Pro Loco (www.proloconovoli.it). Interamente programmato e curato dal “team di comunicazione e produzione fòcara 2008”, il network ha l’arduo compito di veicolare in maniera univoca e semplice e facilmente fruibile soprattutto per gli addetti ai lavori, tutta la mole di notizie generate dai siti ufficiali. Al suo interno i programmi, le news aggiornate in tempo reale, un’area riservata alla logistica, un’area riservata alla stampa, e il focus sugli appuntamenti da non perdere. Al via altresì la campagna televisiva. Grazie all’accordo avvenuto attraverso la firma del protocollo d’intesa per la valorizzazione della festa in onore di sant’Antonio Abate, con il gruppo Mixer Media, anche quest’anno si potrà godere della “Notte della Focara” in diretta TV su TeleRama e Puglia Channel (canale 844 bouquet di Sky). Partita da tempo anche la comunicazione e promozione tradizionale, fatta di brochure, manifesti e tabelloni pubblicitari distribuiti nei principali punti di afflusso dislocati in tutto il Sud Italia. Novità comunicativa dell’edizione 2008, la rete “wireless” applicata su tutto il territorio novolese. Grazie infatti ad un accordo con “ClioCom service provider”, già da questi giorni sarà disponibile la copertura WiFi dell’area vasta. La fruibilità gratuita agli addetti ai lavori sarà garantita grazie al rilascio di una card distribuita dall’azienda che garantisce quattro ore di collegamento senza fili e ad alta velocità. Per i giornalisti e gli operatori dei media, inoltre, il team di comunicazione in collaborazione con la società Clio Com allestirà un completa sala stampa situata nei locali della scuola di via Montale a pochi metri da Piazza Tito Schipa sede della fòcara.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!