Esami di avvocato. Vergogna italiana

Abilitazione. Una vera truffa

Ottenere l'abilitazione per svolgere la professione di avvocato in Italia è veramente difficile. Troppe sono le truffe all'interno dei concorsi d'esame e spesso sono sottaciute dai media e legittimate dalle istituzioni

Da 10 anni denuncio al mondo l'anomalia dei concorsi di abilitazione forense, da Presidente di Taranto dei praticanti e degli avvocati e da Presidente di una associazione antimafia riconosciuta dal Ministero degli Interni. Da 10 anni il sistema, per ritorsione, mi impedisce di abilitarmi ad una professione che merito di svolgere. Le mie note stampa vengono ignorate e le mie denunce penali vengono insabbiate. Per il sistema devi subire e tacere. “Bari – 17 dic. 2007 – Ombre sull'esame di avvocato tenutosi a Bari l'11, 12 e 13 dicembre scorsi. Un esposto molto dettagliato è giunto i giorni scorsi sul tavolo del Procuratore della Repubblica di Bari, Marzano. Nel mirino dell'anonimo che ha denunciato i fatti ci sarebbe un dipendente della Corte di Appello di Bari, che da anni prende parte all'esame di avvocati come vigilante o con mansioni amministrative. Nella denuncia si descrive nei minimi particolari il metodo utilizzato per aiutare i praticanti nel superare nel migliore dei modi le prove. Il funzionario in questione avrebbe fatto anche da collettore tra l'esterno e i concorrenti.” IO HO SEMPRE DETTO CHE IL CONCORSO E' TRUCCATO. “MILANO – 14 DIC. 2007 – «Siete tutti dei buffoni, l'esame è da anare». Un giovane aspirante avvocato si alza dalla sua sedia e corre verso il presidente della commissione, l'avvocato Marisa Meroni, che sta leggendo le tracce dell'esame davanti ai circa 4mila esaminandi. Prende in mano il microfono, interrompendo la lettura e grida: «Questo esame è una farsa, c'è già chi conosce le tracce».” IO HO SEMPRE DETTO CHE IL CONCORSO E' TRUCCATO. “ROMA – 13 DIC. 2007 – «Uno scandalo senza precedenti», «un fatto inammissibile». Tracce e soluzioni online, addirittura prima dell'inizio degli esami. È quanto sta accadendo in queste ore secondo l'ANPA mentre si stanno svolgendo gli esami di avvocato in tutta Italia. Quello che è successo nei giorni scorsi potrebbe portare all'invalidazione dell'esame di stato per avvocati. L'associazione nazionale praticanti e avvocati che chiede anche le dimissioni immediate del presidente del Consiglio nazionale forense, l'organo che ha indicato i commissari d'esame.” IO HO SEMPRE DETTO CHE IL CONCORSO E' TRUCCATO. “Catanzaro: al concorso erano 2.585, fecero tutti lo stesso compito. Ora la prescrizione per candidati e commissari: l'inchiesta di Luigi De Magistris finisce nel a.” IO HO SEMPRE DETTO CHE IL CONCORSO E' TRUCCATO. “Roma: emanato il D.L. 112/03, convertito nella Legge 180/03. I nuovi criteri prevedono l'esclusione punitiva dei Consiglieri dell'Ordine degli Avvocati dalle Commissioni d'esame e la sfiducia nei Magistrati e i Professori Universitari territoriali per la correzione dei compiti.” IO HO SEMPRE DETTO CHE IL CONCORSO E' TRUCCATO. Dalle prove acquisite, emerge essere, come sempre, non solo vetusto nella forma, ma anche truccato nel merito. Si è rilevato che alcune commissioni in fase di correzione sono illegittime, perché non vi sono tutte le componenti professionali previste dalle norme. Si è rilevato che alcune commissioni: hanno aperto la busta grande, contenente due buste piccole; hanno aperto le buste piccole, una contenente il nome ed una contenente il compito; hanno letto e corretto il compito di oltre 4 pagine; i 5 membri si sono consultati; hanno dato il voto e il giudizio. TUTTO IN 3 MINUTI !!! Il Tar ha dichiarato, 3 minuti estremamente insufficienti per la correzione. Si è rilevato che alcune commissioni i compiti non li corregge, risultante dalla mancanza di glosse o correzioni; altre commissioni sottolineano, artatamente, alcune frasi del compito, senza aggiungere glosse esplicative; altre commissioni non motivano il punteggio; altre commissioni danno motivazioni antitetiche al punteggio; altre commissioni danno moti vazioni illeggibili; altre commissioni modificano il punteggio per bocciare il candidato. Tutte ità rilevate da pronunce del TAR. Tutte le commissioni adottano una percentuale media del 30 %, indotta dalla lobby forense, al fine di impedire l'accesso ai non sponsorizzati, in un concorso a numero aperto. Tutte le commissioni impongono impedimenti per la visione dei compiti in tempi ragionevoli al fine della contestazione. Che si provi a contestare CONCORSOPOLI FORENSE sui siti www.ingiustizia.info o www.controtuttelemafie.it !!!

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!