Nuovi lavori di scavo archeologico

Interventi in piazzetta Santa Chiara

Dopo i ritrovamenti di reperti archeologici in piazzetta Santa Chiara a Lecce, ricominciano i lavori di scavo finanziati dalla Soprintendenza Archeologica della Puglia

A seguito della conclusione della prima fase di sondaggi preliminari eseguiti nell’area di piazzetta Santa Chiara (o piazza Vittorio Emanuele II), che hanno evidenziato la presenza di importanti testimonianze archeologiche, sono stati consegnati oggi alla ditta “Meridies” di San Donato (Lecce) ulteriori lavori di scavo archeologico. Lo rende noto Severo Martini, assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Lecce. I lavori sono stati finanziati dalla Soprintendenza Archeologica della Puglia per un importo di complessivi 15.000 euro e saranno condotti (nell’ambito della Convenzione per la valorizzazione del patrimonio archeologico di Lecce stipulata presso il Comune di Lecce il 6 novembre 2006) a partire dal prossimo 7 gennaio e sotto la direzione e il coordinamento scientifico di Luigi Tondo, funzionario della Soprintendenza archeologica di Taranto e Francesco D’Andria, direttore della Scuola di Specializzazione in Archeologia dell’Università del Salento. Subito dopo la conclusione delle indagini archeologiche, la cui durata presuntiva sarà di circa 20 giorni, l’impresa “Marullo Costruzioni”, aggiudicataria dei lavori di sistemazione della piazzetta, potrà procedere ai lavori di rifacimento della pavimentazione in basolato ed alla sistemazione dell’area a verde secondo il progetto redatto dall’Ufficio Centro Storico, coordinato da Patrizia Erroi.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!