Nardò lavora in piazza Calvario

Riapre il cantiere

A Nardò si è finalmente sbloccata la situazione di piazza Calvario visto che la scorsa settimana sono ripresi i lavori sulle recenti scoperte archeologiche

A seguito di un sopralluogo sul cantiere di piazza Calvario, effettuato dai responsabili della Soprintendenza ai beni archeologici, delle imprese coinvolte e dell’Amministrazione comunale, sono state individuate le misure necessarie per tutelare i rinvenimenti archeologici. Tali ritrovamenti saranno preliminarmente oggetto di rilievo planimetrico ed altimetrico e successivamente verranno protetti con uno strato di “tessuto-non tessuto”. Gli scavi poi saranno ricolmati con materiale calcareo di piccola pezzatura. Il cantiere verrà messo in sicurezza dall’impresa appaltatrice dei lavori del basolato e dopo le festività natalizie si procederà alla ribasolatura. “Sicuramente i lavori nel centro storico stanno causando qualche disagio – ha dichiarato Cosimo Caputo assessore ai lavori pubblici – ma si tratta di lavori importanti che daranno un forte contributo al rilancio della città vecchia. Non esistono cose belle che non costino qualche sacrificio, ma sono convinto che il risultato darà ragione a chi oggi non vede solo i problemi ma guarda anche al futuro”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!