Dell'Anna. “Nardò futura città cenerentola”

Il consigliere di Forza Italia attacca la maggioranza

Rino Dell'Anna, Consigliere di Forza Italia al comune di Nardò, attacca l'amministrazione comunale sulla scarsa valorizzazzione della città durante le feste natalizie

di Rino Dell’Anna* Gli interventi svolti la scorsa settimana nel corso del consiglio comunale di Nardò per illustrare le interrogazioni che ho presentato insieme ad altri consiglieri comunali di minoranza per avere informazioni e risposte esaurienti su problemi cittadini di particolare rilevanza come: -disagi provocati alla città dai lavori in corso, disordinati e caotici, nel centro storico; -ingorghi e traffico in tilt sulle strade principali del centro urbano; -mancanza di un idoneo ed adeguato servizio di vigilanza rispetto alle particolari esigenze che in questi giorni la città avverte; -impraticabilità ed impossibilità per i pedoni di utilizzare e percorrere le strade della città ed in particolare del centro storico; -assoluta mancanza di sicurezza nei cantieri aperti su tutto il territorio comunale; -danni economici registrati dalle attività produttive e dai proprietari delle unità immobiliari ricadenti nel centro storico a causa dei cantieri aperti; mi hanno dato l’opportunità di toccare con mani quanto l’Amministrazione Comunale di Nardò sia priva di stimoli ed interesse a farsi carico dei problemi della gente e come gli assessori tentino di arrampicarsi sugli specchi quando sono messi alle strette. Purtroppo l’improvvisazione, lo scarso senso civico e la poca avvedutezza con cui l’Amministrazione Comunale tenta di affrontare certi problemi cittadini non ci fa ben sperare e ci preoccupa fortemente. Dobbiamo prendere atto con rammarico che in queste festività Nardò, invece di essere centro di richiamo economico e turistico, vive una crisi economica senza precedenti. Cadute delle vendite, mancanza di iniziative socio-culturali, scarse iniziative di richiamo, disordine, sono sotto gli occhi di tutti. Se si considera poi che rispetto al calendario delle tante iniziative che si stanno realizzando su tutto il territorio provinciale Nardò è assente e che i neretini stanno acquisendo l’abitudine sempre più forte di spostarsi in altre città piuttosto che vivere in una Nardò senza anima le prospettive sono desolanti. Non ci resta che prendere atto con rammarico che “Nardò città d’arte e turistica” invece di creare ed esercitare un ruolo strategico nello scenario regionale è destinata a divenire la cenerentola della provincia di Lecce. *Consigliere Comunale di Forza Italia

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!