GdF: un impegno lungo un anno

Il bilancio di fine 2007 della Guardia di finanza – Tenenza di Casarano

Sotto controllo sono stati soprattutto il mondo del lavoro e la contraffazione di merci griffate. Le fiamme gialle di Casarano hanno presentato ieri il rapporto della loro attività annuale

Lavorare “in nero” e percepire, nello stesso tempo, l’indennità di mobilità o di cassa integrazione è reato. Lo hanno verificato sulla propria pelle i 56 lavoratori del settore manifatturiero scoperti dalla Guardia di Finanza – Tenenza di Casarano – nel corso del corrente anno a lavorare nelle fabbriche della zona e denunciati alla competente Autorità Giudiziaria. Le Fiamma Gialle, dirette dal luogotenente Antonio De Marco, attraverso le molteplici attività istituzionali, hanno ottenuto a consuntivo 2007 risultati di assoluto rilievo che sono stati presentati ieri, nella sede di viale Stazione, nel corso di una conferenza stampa. Rimanendo sul tema sensibile del lavoro, le Fiamme Gialle casaranesi hanno scoperto 182 lavoratori impiegati irregolarmente, di cui ben 153 totalmente “in nero”. Nel settore primario del contrasto all’evasione fiscale, l’attività della Tenenza di Casarano ha registrato l’esecuzione di 180 verifiche fiscali e di 1.500 altri controlli dedicati che hanno consentito di proporre il recupero a tassazione di una base imponibile di circa sei milioni di euro (ai fini delle imposte dirette) e 1.500.000 di euro di Iva evasa. “In questo settore – ha spiegato il luogotenente De Marco – vanno soprattutto segnalati gli interventi volti a contrastare i reati che vengono perpetrati nel campo finanziario e societario, caratterizzati da una preliminare e complessa analisi economica e finanziaria che costituisce peculiarità e patrimonio operativo della Guardia di Finanza”. In questo particolare contesto operativo, merita rilevare che la GdF, adottando criteri di sistematicità e innovative tecniche investigative, ha permesso di individuare ben 16 evasori totali (soggetti completamente sconosciuti al Fisco) ed uno paratotale e di proporre, conseguentemente, il recupero a tassazione di 5.155.000 euro di imposizione diretta e 1.154.000 di imposizione indiretta. Nel settore dedicato alla repressione dei traffici illeciti, altrettanto intensa è stata l’azione repressiva a contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti che ha portato alla segnalazione di 14 soggetti di cui uno in stato di arresto. Altrettanto notevoli sono stati i risultati conseguiti dalla Tenenza di Casarano nell’esecuzione di altri servizi istituzionali. In particolare, nella lotta ai fenomeni criminosi della contraffazione dei marchi e della pirateria audiovisiva ed informatica, le Fiamme Gialle hanno eseguito numerosi interventi, sequestrando più di 67.000 prodotti recanti marchi contraffatti o illecitamente prodotti e denunciando otto persone. Nell’attività di contrasto alle violazioni in materia di sicurezza dei prodotti, sono stati operati numerosi interventi che hanno consentito il sequestro di 47 minimoto, 132 apparecchiature elettriche e 36 giocattoli, denunciando tre soggetti.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!