Nardò. Presi i topi d'appartamento

Colpevoli tre giovani, di cui uno minorenne

A mettere in allarme i carabinieri è stata una telefonata che ha denunciato la presenza “sospetta” di tre persone nei pressi di un'abitazione. La banda di giovanissimi è stata colta con le mani nel sacco

I carabinieri li tenevano d’occhio perché già avevano intuito fossero responsabili o, in qualche modo coinvolti nei furti in appartamento che si erano succeduti a Nardò negli ultimi giorni. E infatti. Si tratta di tre ragazzi, uno dei quali ancora minorenne che, anche sabato, hanno ripetuto il loro gioco non proprio lecito. Una chiamata al 112 ha segnalato la presenza “sospetta” di tre persone nelle vicinanze di un’abitazione. All’arrivo dei militari, la banda aveva già sfondato il portone messo a soqquadro la casa, da dove stava portando via una refurtiva di circa 5mila euro. I due maggiorenni, Giovanni Calignano, 18enne, e Roberto Costa, 19, sono stati condotti presso il carcere di Lecce; G. D.A., 17enne, nel centro di prima accoglienza di Lecce via per Monteroni.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!