Parte il progetto Stelle del Salento

Il turismo durante le feste natalizie

La provincia di Lecce insieme all'azienda di promozione turistica promuovono un insieme di iniziative, eventi ed offerte per valorizzare il turismo a Lecce durante il periodo delle feste natalizie

La commissaria dell’Azienda di Promozione Turistica della provincia di Lecce, Stefania Mandurino in attuazione delle proposte emerse dal “tavolo operativo” promosso a Bari dall’assessore regionale al turismo Massimo Ostillio, ha incontrato i rappresentati degli Enti territoriali (Cciaa, Provincia e Comune di Lecce), quelli delle associazioni di categoria del turismo e della ristorazione appartenenti a Confindustria, Confcommercio, Confersercenti, Confapi ed Unimpresa, i consorzi Puglia Doc e Cotup, le associazioni degli operatori turistici di Gallipoli, Otranto, Leuca oltre a singoli imprenditori e alle Terme di Santa Cesarea. All’interno della riunione barese le Apt di Puglia sono state incaricate di coordinare “tavoli” provinciali per definire le linee d’intervento a sostegno della promozione turistica attraverso l’offerta di pacchetti tematici legati ad eventi organizzati sui territori. Nelle more della preparazione dei pacchetti per il 2008 definiti attraverso l’individuazione di cinque tematismi legati ad eventi e territori, è scaturita la prima proposta lanciata per Natale dai protagonisti del “tavolo”, anche raccogliendo le sollecitazioni dell’Associazione dei Comuni dei Presepi costituitasi recentemente per iniziativa del Comune di Lecce all’interno della quale l’Apt ha garantito la propria collaborazione a mettere in rete gli eventi natalizi con gli operatori del turismo e della produzione tipica salentina. Dalle riunioni dei giorni scorsi in Apt nasce “Stelle del Salento” tra arte, cultura e tradizioni dove l’offerta culturale del territorio si lega a prezzi competitivi e concorrenziali proposti dalle strutture ricettive e della ristorazione grazie alla disponibilità degli operatori che hanno accolto con entusiasmo l’iniziativa di promozione territoriale. L’offerta “Stelle del Salento” propone l’ospitalità a Natale, Capodanno, Epifania e Week end di gennaio. È divisa in 5, 4, 3 stelle, town house e country house, distribuite su tutto il territorio provinciale. I pacchetti sono proposti a prezzi particolarmente convenienti. I ristoratori convenzionati propongono menù tipici a 20 euro e cenone di Capodanno a partire da 60 euro. Le terme di Santa Cesarea offrono pacchetti benessere di 1, 2 e 3 giorni con sconto del 30 %. I pacchetti sono arricchiti dalla variegata offerta di “Città Aperte a Natale” che prevede 36 eventi collaterali con escursioni in pullman per castelli, presepi viventi e artistici, passeggiate in città e parchi, e il prolungamento dell’orario di apertura di alcune chiese a Lecce. Gli agenti di viaggio della provincia si occuperanno della commercializzazione, organizzazione e gestione dell’iniziativa. La vendita avverrà sia direttamente (booking telefonico per clienti), sia attraverso la rete delle Agenzie Viaggi nazionali. È in via di definizione il progetto grafico ovvero il claim di “Stelle del Salento” ed il piano di comunicazione che coinvolgerà testate nazionali, con il contributo dell’assessorato al turismo della Regione Puglia. “L’utente consumatore – commenta la commissaria dell’Apt Stefania Mandurino – sceglie in primis la destinazione e, solo successivamente, la struttura ricettiva. Questa operazione rafforza l’immagine della destinazione Salento. Sono soddisfatta della partecipazione degli operatori turistici che in questa occasione hanno rinunciato a margini di guadagno e alla visibilità della loro struttura a favore della promozione del territorio e di un progetto che vede insieme pubblico, privato e operatori del Terzo Settore su input dell’assessorato regionale”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!