Lecce. Crolla una gru

Illesi gli operai

È successo nella mattinata di ieri in un cantiere edile a Lecce. Una gru è crollata improvvisamente ribaltandosi sul vicino edificio in costruzione. Partite subito le ispezioni dell’Asl

Una torre metallica alta circa tre metri, posta all’interno di un cantiere edile in zona San Pio a Lecce, ha ceduto inaspettatamente ieri mattina colpendo dapprima l’edificio in costruzione nello stesso cantiere e successivamente precipitando per terra. I lavori erano cominciati otto mesi fa ad opera dell’impresa “Marino Congedo” che cerca di realizzare un condominio residenziale. Per fortuna gli operai che stavano lavorando sono rimasti miracolosamente illesi anche perché la gru si è adagiata su via Salvemini cadendo da ben 20 metri di altezza e occupando la strada per circa tre metri. Una strada tra l’altro molto frequentata dai ragazzi che ogni mattina si recano verso la scuola Media “Dante Alighieri” e che fortunatamente non si trovavano in quella zona al momento dell’accaduto. Solo tanta paura dunque ed ora si attendono i primi rilievi della Spesal (Servizio e prevenzione sicurezza ambienti di lavoro) della Asl per capire come è potuto accadere tale evento.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!