Lecce. Maggiori controlli ambientali

Accordo tra Provincia di Lecce e Arpa

È stata siglata sabato 24 novembre a Palazzo Adorno, una Convenzione tra la Provincia di Lecce, l’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente della Puglia (Arpa) e il Consorzio interuniversitario nazionale “La chimica per l’ambiente” (Inca)

L’iniziativa, che si inserisce nel protocollo già in atto tra Palazzo dei Celestini e Arpa, ha come obiettivo un monitoraggio ambientale, con il supporto tecnico dell’Inca, di microinquinanti specifici (metalli, diossine, pcb, ipa, ecc), verificati non solo all’atto dell’emissione dagli impianti, ma anche nelle deposizioni sui terreni e negli alimenti. I luoghi di rilevazione, di cui si darà notizia domani, sono stati scelti in base alle indicazioni scientifiche del Cnr. A causa delle particolari circostanze atmosferiche, infatti, spesso il territorio della provincia di Lecce risulta sottovento e risente dell’impatto degli impianti industriali di Brindisi e Taranto, caratterizzati da elevate emissioni di inquinanti e diossine. Lo studio e il monitoraggio dell’aria, dell’acqua, della terra, degli animali e della vegetazione e delle matrici alimentari in genere, permetterà di disporre di un quadro realistico sulla situazione ambientale del territorio salentino.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!