Turismo. Al via due corsi di formazione

Regione e Provincia abilitano i nuovi percorsi

Per la prima volta la Provincia di Lecce, su delega della Regione Puglia, ha riconosciuto due percorsi didattici per abilitare alla professione di guida turistica e di accompagnatore turistico

L’Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo ed il CTS di Lecce sono i soggetti promotori e hanno avviato l’organizzazione dei corsi di formazione che si svolgeranno a partire dal prossimo mese di dicembre 2007. Entrambi i percorsi formativi si pongono l’obiettivo di fornire una risposta concreta alla domanda del territorio di servizi sempre più qualificati di assistenza e di supporto alla visita ed alla vacanza, formando professionisti del turismo che potranno vantare sul mercato liberalizzato un titolo riconosciuto a livello regionale. Con l’introduzione del c.d. Decreto Bersani, infatti, queste attività professionali non potranno più essere subordinate alle numerose condizioni previste dalla legislazione vigente: residenza, autorizzazioni preventive, rispetto dei parametri numerici. Nello specifico, il decreto ha introdotto il seguente principio basilare, cui Regioni, Province e Comuni dovranno adeguare le rispettive disposizioni normative e regolamentari, secondo cui: “ogni atto di autorizzazione, licenza, concessione non costitutiva, permesso o a osta comunque denominato, comprese le domande per le iscrizioni in albi o ruoli richieste per l'esercizio di attività imprenditoriale, commerciale o artigianale il cui rilascio dipenda esclusivamente dall'accertamento dei requisiti e presupposti di legge o di atti amministrativi a contenuto generale e non sia previsto alcun limite o contingente complessivo o specifici strumenti di programmazione settoriale per il rilascio degli atti stessi, è sostituito da una dichiarazione dell'interessato corredata, anche per mezzo di autocertificazioni, delle certificazioni e delle attestazioni normativamente richieste”. Il corso per guida turistica ha una durata di 800 ore e quello per accompagnatore turistico una durata di 900 ore, comprensive delle attività di didattica frontale, delle esercitazioni e delle attività di project work e dello stage. Ciascuna delle 2 sessioni previste per entrambi i percorsi didattici vedrà impegnati 20 allievi. Il piano didattico predisposto per entrambi i corsi di formazione è articolato in 4 moduli principali: introduttivo, specialistico, project works, stage. Le discipline previste includono tutte le materie necessarie ad acquisire le conoscenze generali e specifiche del territorio provinciale di riferimento tra cui: storia dell’arte, archeologia, marketing del turismo, legislazione dei beni culturali, prevenzione e pronto soccorso, comunicazione e gestione del gruppo, legislazione turistica regionale, aspetti enogastronomici e artigianali regionali, informatica, lingue straniere (inglese, francese, spagnolo), organizzazione di percorsi turistici sul territorio. La sede formativa è quella dell’Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo in Via Libertini,15/A a Lecce. Le quote di iscrizione ai corsi sono rispettivamente di €.2.500,00 per quello di guida turistica e di €.2.700,00 per quello di accompagnatore turistico. Il termine per la presentazione delle domande è il 14 dicembre 2007. I corsi sono aperti anche agli stranieri in regola con la normativa sull’immigrazione. I requisiti di accesso e i moduli per l’iscrizione sono scaricabili dal sito internet: www.agenziaeuromed.it Per ulteriori informazioni contattare: Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo Via Libertini Giuseppe, 15/A – 73100 Lecce (LE) Web mail: [email protected] Tel. 0832 301484 – Fax 0832 253904

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!