Porto Cesareo. Premio al Sindaco Foscarini

Visita dei Carabinieri di Catanzaro

Continua l’offerta destagionalizzata e la promozione turistica di Porto Cesareo. Dopo il gemellaggio europeo con la città Slovacca di Jaslovskè Bohunice, questa volta è toccato ad una folta rappresentanza dell’Associazione Carabinieri d’Italia di Catanzaro visitare la splendida costa Cesarina e l’affascinante entroterra della Terra d’Arneo che va dalle Torri Saracene ai percorsi interni della transumanza

Al termine della permanenza della comitiva si è svolto un interessante incontro, tra il primo cittadino della splendida marina Jonica Vito Foscarini, anch’egli carabiniere in pensione, e la delegazione calabrese. L’incontro scambio culturale, si è svolto presso la Sala Consiliare del Comune sita in via Cilea. “Si è trattato – sottolinea proprio il sindaco di Porto Cesareo Foscarini- di un incontro socio-culturale che ha visto parti attive e collaborative da una parte l'Amministrazione Comunale rappresentata oltre che dal suo primo cittadino anche dall'assessore alle politiche turistiche ed ambientali Gino Baldi, da Egidio Peluso assessore alla cultura ed allo sport con la delegazione dell'Associazione Nazionale Carabinieri “Sezione Giuseppe Arruzzo” di Catanzaro composta da una comitiva di ben 100 soci tra cui soci del volontariato e benemerite. Un momento di conoscenza scambio culturale e promozione dei territori delle due provincie di Lecce e Catanzaro appunto, con l’obiettivo di promozionale le loro bellezze ed incentivare i flussi turistici”. All'incontro ha partecipato, oltre ad un numeroso pubblico, la Fondazione culturale”identità e Futuro” con il suo presidente Cosimo Arnesano. Al termine della manifestazione l'Associazione Nazionale Carabinieri di Catanzaro ha consegnato un gradito omaggio al Sindaco Foscarini il quale come detto ha onorato l'arma dei Carabinieri con il con 30 anni di onorato servizio. “Sono soddisfatto – ha concluso Foscarini -. Anche questa è l’ennesima occasione dimostrazione semplice di come i collegamenti sociali possano portare piccoli flussi turistici in periodi diversi dall’estate incentivando ed aiutando non solo la piccola imprenditoria Cesarina e allargando gli spazi collaborativi fuori dai nostri confini regionali”.

Leave a Comment