Nardò. Appuntamento con le associazioni ambientaliste

Paride de Masi e il Sindaco soddisfatti dell'incontro

Antonio Vaglio, Sindaco di Nardò e Paride De Masi, Presidente della Italgest hanno incontrato le associazioni ambientaliste della città

Al termine dell’incontro avuto tra le associazioni ambientaliste e Paride De Masi quest’ultimo si è detto “soddisfatto dell’iniziativa che è servita a chiarire alcuni dubbi sollevati dalle associazioni ambientaliste.” “Incontri di questo tipo – ha proseguito – determinano la possibilità di conoscenza ed approfondimento dei progetti ed evitano posizioni preconcette, il più delle volte non vicine alla realtà delle cose”. Il sindaco Antonio Vaglio, dal canto suo, ha dichiarato “mi sono fatto promotore di questo incontro in quanto era giusto chiarire alcuni aspetti tecnici che riguardano il progetto. I tecnici hanno fornito tutte le risposte alle domande che le associazioni avevano avanzato a mezzo stampa e precisamente quelle che riguardano l’altezza e la disposizione delle torri, i compensi che l’azienda riconoscerebbe al Comune di Nardò nonché l’impegno allo smantellamento delle torri eoliche alla fine del periodo di esercizio, garantito da apposite fideiussioni a prima richiesta”. “E’ stato un confronto chiarificatore – ha concluso – che ci consentirà di affrontare con una maggiore conoscenza dei fatti e serenità la questione che, in ogni caso, sarà portata all’attenzione della maggioranza prima e dell’intero Consiglio comunale poi. È evidente che la salute pubblica è un bene prezioso, e discutere di energia pulita rappresenta un dovere a cui un amministratore deve guardare con attenzione”.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!