Italgest Salento d’amare batte Merano

Nuova vittoria dei campioni d'Italia

La Italgest Salento d’amare ritorna alla vittoria nelle proprie mura contro l’Indata Merano. I Campioni d’Italia hanno riscattato il passo falso di Bologna con una prova autoritaria che fa ben sperare in vista dello scontro al vertice di venerdì contro il Gammadue Secchia

Questa nuova gara della Italgest ha sancito per la squadra il ritorno sul rettangolo di gioco del terzino Blazo Lisicic al rientro dopo settanta giorni di stop. E’ proprio lui a sbloccare il risultato dopo soli trenta secondi con uno dei suoi bolidi. Il vantaggio dei salentini è rimontato sul capovolgimento di fronte dal pivot meranese Gerstgrasser. La Italgest si riporta in vantaggio con un tiro di rigore di Rok Ivancic, ma sono ripresi da un gol dalla distanza di Querin. I padroni di casa spingono sull’acceleratore e grazie a Torbica e Ivancic si portano sul 6-3 dopo undici minuti. Radovcic è implacabile in contropiede e porta il vantaggio della propria squadra a cinque reti di scarto al 13’: 8-3. Barrios adotta la marcatura ad uomo di Radovcic sul terzino bianco-rosso Querin, e si notano subito i frutti della mossa. Gli alto-atesini sembrano ingabbiati nella 6:0 rosso – azzurra, rivitalizzati dopo il ritorno di Edo Arcuri. Anche Modrusan si rende protagonista di alcuni interventi importanti sulle conclusioni degli ospiti, consentendo una veloce ripartenza. Il tema della gara rimane invariato: la Italgest Salento d’amare attacca con una manovra avvolgente e non disdegna nel difendere. Nel finale, i rosso – azzurri dilagano con Grinishin e scavano un solco degno di nota. Al 23’ la Italgest è avanti 16-8, che amministra il vantaggio concludendo la prima frazione di gioco sul 20-10. La ripresa si apre con la stessa musica dei primi trenta minuti: la Italgest Salento d’amare firma subito un parziale di 2-0 con Ivancic e Grinishin, portando a 12 il passivo sugli avversari. Querin segna l’undicesima marcatura della propria squadra e interrompe un digiuno di ben sette minuti. Fovio neutralizza un tiro di rigore dello stesso terzino argentino e poi sul capovolgimento di fronte ci pensa Torbica a ribadire in rete il 24-11 al 36’. Mister Barrios fa ruotare tutti gli effettivi, e il Merano accorcia le distanze, portandosi sul 28-19 al 48’. L’estremo difensore della Italgest nega più volte la gioia del gol ai bianco-rossi, e per il Merano la gara si conclude in anticipo. Nel finale, da segnalare solo le reti e ripetizione dei rosso – azzurri, che hanno dimostrato di essere pronti per la supersfida di venerdì a Secchia.

Sostieni il Tacco d’Italia!

Abbiamo bisogno dei nostri lettori per continuare a pubblicare le inchieste.

Le inchieste giornalistiche costano.
Occorre molto tempo per indagare, per crearsi una rete di fonti autorevoli, per verificare documenti e testimonianze, per scrivere e riscrivere gli articoli.
E quando si pubblica, si perdono inserzionisti invece che acquistarne e, troppo spesso, ci si deve difendere da querele temerarie e intimidazioni di ogni genere.
Per questo, cara lettrice, caro lettore, mi rivolgo a te e ti chiedo di sostenere il Tacco d’Italia!
Vogliamo continuare a offrire un’informazione indipendente che, ora più che mai, è necessaria come l’ossigeno. In questo periodo di crisi globale abbiamo infatti deciso di non retrocedere e di non sospendere la nostra attività di indagine, continuando a svolgere un servizio pubblico sicuramente scomodo ma necessario per il bene comune.

Grazie
Marilù Mastrogiovanni

SOSTIENICI ADESSO CON PAYPAL

------

O TRAMITE L'IBAN

IT43I0526204000CC0021181120

------

Oppure aderisci al nostro crowdfunding

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Info sull'autore

Avatar

Il Tacco d’Italia. Testata giornalistica

Articoli correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!